Home / Sport / Altri Sport / TIRO CON L’ARCO. Kaede Marsili conquista il tricolore Ragazzi arco nudo

TIRO CON L’ARCO. Kaede Marsili conquista il tricolore Ragazzi arco nudo

Ennesima bella esperienza per i quattro Arcieri Varian impegnati ai Campionati Italiani indoor 2020, in programma sabato 22 e domenica 23 febbraio alla Fiera di Rimini, una struttura lunga oltre 220 metri che ha ospitato la bellezza di 130 paglioni battifreccia, rendendo lo spettacolo mozzafiato e questa gara unica per dimensione in Europa. Andrea Cammilleri, Francesco Roppa e Davide Chiurato nella classe Juniores della divisione arco olimpico e Kaede Marsili nella classe Ragazzi femminile della divisione arco nudo hanno portato in alto il nome della Compagnia Arcieri Varian.

Sabato pomeriggio è iniziata la gara della divisione arco olimpico e delle classi giovanili dell’arco nudo, che hanno visto protagonisti in pedana tutti gli arcieri settimesi. In questa edizione della manifestazione tricolore, il più atteso tra i biancoblu era sicuramente Cammilleri, che nelle ultime gare interregionali disputate aveva sempre realizzato un punteggio che lo piazzava tra i primi cinque in Italia, ma il Campionato Italiano nasconde sempre delle insidie, in primis l’emozione. Finiti i tiri di prove si è passati alla gara: Andrea è partito un po’ a rilento, ma è riuscito comunque a tenere a bada l’emozione ed alta la concentrazione. Volee dopo volee Cammilleri ha incrementato il suo punteggio, mantenendosi tra i primi in classifica, e ha chiuso la prima parte di gara al terzo posto di classe con 290 punti, 2 lunghezze in meno del leader. Nella seconda parte della gara con la sua solita grinta Andrea è riuscito a mantenere la prestigiosa posizione: i punteggi sono stati altissimi, come la tensione, e nessuno ha mollato. Il portacolori degli Arcieri Varian, sempre dietro l’occhio vigile del suo coach Rosario Cedeno, ha resistito fino al termine della gara, portata a termine al terzo posto con 576 punti, a soli 4 punti dal primo, Paolo Azzoni della Seri-Art. Cammilleri ha potuto così cingere al collo la luccicante medaglia di bronzo tricolore nella classe Juniores arco olimpico. Questo punteggio porta Cammilleri all’undicesimo posto della classifica arco olimpico Assoluti, permettendogli così di disputare gli scontri diretti, ma lo contro con Francesco Gregori del Club Riccione gli è subito fatale.

Non bene la squadra Juniores settimese composta da Cammilleri, Roppa e Chiurato, che si è dovuta accontentare dell’ottavo posto con un totale di 1516 punti.

Kaede Marsili, invece, ha gareggiato nella classe Ragazzi femminile della divisione. Per Kaede questa è stata la seconda volta ai Campionati Italiani, ma l’emozione è sempre alta per questo tipo di competizioni. La gara della portacolori degli Arcieri Varian è iniziata con le prime volee che non sono andate tanto bene; l’istruttore Ferriero Magi ha cercato di calmarla e rassicurarla che poteva ancora recuperare il terreno perduto, ma non è stato facile, la tensione e l’agitazione non sono svanite. Marsili comunque ha chiuso la prima manche al secondo posto con 218 punti e 16 punti di ritardo dalla prima. Questa posizione in classifica ha caricato la settimese, che nella seconda parte della gara si è ripresa, ha acquistato fiducia in sé stessa e volee dopo volee ha recuperato diversi punti, tanti da dare pressione alla prima in classifica che nel finale ha ceduto clamorosamente, permettendo a Kaede di recuperare ben 20 punti e meritatamente di piazzarsi al primo posto con 460 punti, punteggio che le è valsa la medaglia d’oro e il titolo di campionessa italiana. E’ doveroso sottolineare che Marsili ha sempre tirato con l’arco olimpico, alternando il tiro con l’arco nudo per migliorare la postura ed il gesto tecnico. E il fantastico risultato ai Campionati Italiani fa sì che proprio l’arco nudo sia, per ora, la sua specialità migliore.

Nel loro piccolo, gli Arcieri Varian hanno così portato con con i loro atleti il nome di Settimo Torinese in giro per l’Italia, salendo sui gradini del podio tricolore. Per tutti è stata una bellissima esperienza da aggiungere al bagaglio. Ora però non è tempo di adagiarsi sugli allori: si cambia e si inizia a lavorare per la stagione outdoor, in cui oltre che saper tirare bene le frecce verso il bersaglio occorre tener conto anche degli agenti atmosferici.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO. Scontro sul bilancio, per Rivoira è uno dei migliori degli ultimi anni

Polemica in consiglio durante l’approvazione del bilancio consuntivo. A puntare il dito contro l’amministrazione è …

SETTIMO. Scontro tra M5S e SinCivica: “Quella dei grillini non è opposizione”

Nuovo scontro all’interno dell’opposizione. Come al solito, sul ring, ci sono Movimento 5 Stelle e Sinistra Civica. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *