Home / Attualità / Venerdì 3 aprile. Situazione critica a Bosconero, Rivarolo e Chivasso. In tutta l’Asl to4 quasi 100 i morti
CORONAVIRUS
CORONAVIRUS

Venerdì 3 aprile. Situazione critica a Bosconero, Rivarolo e Chivasso. In tutta l’Asl to4 quasi 100 i morti

* QUI I DATI DI TUTTI I COMUNI A NORD DI TORINO

* I dati sono in continuo aggiornamento

CLICCA QUI PER I DATI DELL’ITALIA E DEL MONDO

SE SEI STRANIERO CLICCA QUI PER UNA COMUNICAZIONE IN TUTTE LE LINGUE DEL MONDO

CLICCA QUI PER LE NOTIZIE DA TORINO E DALL’ITALIA

In tutta l’Asl To4 la situazione resta critica a Bosconero, Chivasso e Rivarolo. La notizia di oggi è che l’Asl To4 starebbe pensando di trasformare in ospedale Covid il presidio di Settimo Torinese (più di 200 posti letto) già organizzato per le lungodegenze, non solo per gestire l’emergenza ma anche nelle prossime settimane per riportare tutti gli ospedali di Ciriè, Ivrea, Lanzo, Chivasso e Cuorgnè alle loro precedenti attività. I morti da noi rilevati fino ad oggi, a nord di Torino, sono quasi un centinaio, sui social, in particolare, tante lacrime si stanno ancora versando per una giovane ragazza di Torrazza Piemonte mancata ieri all’ospedale San Luigi.

IN PIEMONTE

265 PAZIENTI GUARITI, 487 IN VIA DI GUARIGIONE

Questo pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, è salito a 265, cosi suddiviso su base provinciale: 15 in provincia di Alessandria, 15 in provincia di Asti, 14 in provincia di Biella, 26 in provincia di Cuneo, 17 in provincia di Novara, 138 in provincia di Torino, 10 in provincia di Vercelli, 24 nel Verbano-Cusio-Ossola, 6 provenienti da altre regioni.

Altri 487 sono “in via di guarigione”, cioè risultati negativi al primo tampone di verifica dopo la malattia e in attesa ora dell’esito del secondo.

70 DECESSI, COMPLESSIVAMENTE 1.088

Sono 70 i decessi di persone positive al test del “Coronavirus Covid-19” comunicati nel pomeriggio dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte: 14 in provincia di Alessandria, 4 in provincia di Asti, 1 in provincia di Biella, 5 in provincia di Cuneo, 4 in provincia di Novara, 38 in provincia di Torino, 1 in provincia di Vercelli, 2 nel Verbano-Cusio-Ossola, 1 proveniente da altra regione.

Il totale complessivo è ora di 1.088 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 202 ad Alessandria, 52 ad Asti, 82 a Biella, 75 a Cuneo, 128 a Novara, 416 a Torino, 59 a Vercelli, 55 nel Verbano-Cusio-Ossola, 19 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte.

SITUAZIONE CONTAGI

Sono 11.082  le persone finora risultate positive al “Coronavirus Covid-19” in Piemonte: 1.525 in provincia di Alessandria, 529 in provincia di Asti, 550 in provincia di Biella, 861 in provincia di Cuneo, 937 in provincia di Novara, 5.389 in provincia di Torino, 577 in provincia di Vercelli, 517 nel Verbano-Cusio-Ossola, 164 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 33 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 450.

I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 36.547, di cui 20.642 risultati negativi.

In Italia 14.681 morti

Sono 14.681 i morti dopo aver contratto il coronavirus, con un aumento rispetto a ieri di 766. Giovedì l’aumento era stato di 760. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile nella consueta conferenza stampa giornaliera. I malati in terapia intensiva sono 4.068, 15 in più di ieri. Di questi, 1.381 sono in Lombardia. Degli 85.388 malati complessivi, 28.741 sono poi ricoverati con sintomi – 201 in più rispetto a ieri – e 52.579 sono quelli in isolamento domiciliare. Il dato è stato reso noto dalla Protezione civile. Stanno invece per raggiungere quota 20mila i guariti: sono 19.758, 1.480 in più di ieri.
In totale gli italiani attualmente positivi sono 85.388, con un incremento rispetto a ieri di 2.339. Giovedì l’incremento era stato di 2.477. Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – è di 119.827.
Dai dati della Protezione civile emerge che sono 26.189 i malati in Lombardia (313 in più rispetto a ieri), 12.178 in Emilia-Romagna (+319), 8.861 in Veneto (+283), 9.130 in Piemonte (+331), 3.631 nelle Marche (+76), 4.909 in Toscana (+120), 2.746 in Liguria (+86), 3.009 nel Lazio (+130), 2.352 in Campania (+212), 1.324 in Friuli Venezia Giulia (+30), 1.659 in Trentino (+72), 1.209 in provincia di Bolzano (+49), 1.949 in Puglia (+85), 1.664 in Sicilia (+58), 1.301 in Abruzzo (+50), 920 in Umbria (+35), 560 in Valle d’Aosta (+4), 744 in Sardegna (+26), 662 in Calabria (+35), 144 in Molise (+11), 247 in Basilicata (+14).
Quanto alle vittime, se ne registrano 8.311 in Lombardia (+351), 1.902 in Emilia-Romagna (+91), 572 in Veneto (+40), 1.043 in Piemonte (+60), 557 nelle Marche (+54), 290 in Toscana (+22), 519 in Liguria (+31), 181 in Campania (+14), 199 nel Lazio (+14), 136 in Friuli Venezia Giulia (+7), 164 in Puglia (+20), 146 in provincia di Bolzano (+17), 101 in Sicilia (+8), 146 in Abruzzo (+13), 39 in Umbria (+1), 70 in Valle d’Aosta (+7), 204 in Trentino (+17), 45 in Calabria (+4), 41 in Sardegna (+1), 11 in Molise (+0), 11 in Basilicata (+1). I tamponi complessivi sono 619.849, dei quali oltre 325mila in Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SALUGGIA. Interventi del Comune per famiglie e imprese

La pandemia Covid-19 ha messo in crisi anche l’economia delle famiglie, spesso a causa della …

SALUGGIA. Calo della domanda di valvole cardiache: altre tre settimane di cassa alla LivaNova

Il management della multinazionale LivaNova ha incontrato, giovedì 28 maggio, la rappresentanza sindacale unitaria dello …

Un commento

  1. Avatar

    Fate i tamponi nelle case di cura altrimenti si diffonderà ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *