Home / Dai Comuni / SETTIMO. Piastra: “Metro 2 e treni più efficienti per migliorare la vita”

SETTIMO. Piastra: “Metro 2 e treni più efficienti per migliorare la vita”

La sindaca di Settimo Elena Piastra ha pubblicato il suo pensiero sulla Linea 2 della Metropolitana, rispondendo ai commenti delle forze politiche e dei cittadini.

In questi giorni ho letto alcuni commenti sulla Metro 2 in relazione al miglioramento del Servizio Ferroviario Metropolitano. C’è qualcuno che considera il treno e la metro sistemi alternativi e dice sostanzialmente: «Se avessimo più treni efficienti, la metro sarebbe inutile».

Ne approfitto per spiegare meglio alcune questioni e chiarire le diverse direzioni nelle quali stiamo lavorando sul tema molto ampio delle infrastrutture e dei trasporti.

Come prima cosa, stiamo lavorando da tempo con Gtt e Trenitalia per migliorare la rete ferroviaria esistente. Innanzitutto per evitare di perdere per sempre la possibilità di prolungare a Settimo le linee SFM5 e SFM8, che garantirebbero i passaggi di treni più frequenti annunciati anni fa. Ci avevano promesso che sarebbero arrivati nel 2019, poi nel 2020, adesso pare, forse, nel 2023 e pare soltanto da Orbassano fino a Torino Stura. Stiamo seguendo con attenzione la questione: gli incontri in Agenzia per la mobilità sono costanti, così come le azioni per provare a migliorare il servizio per chi prende il treno e cercare di ottenere risultati quanto prima possibile.

Cosa c’entra insistere per la Metro 2 con il fatto di continuare a lavorare affinché vengano migliorati i servizi ferroviari? Io non credo che una cosa debba escludere l’altra.

Così come si sta continuando a lavorare sulle altre forme di mobilità (ad esempio, tra le altre, una nuova linea bus che passi da zona Cebrosa a supporto dei tanti lavoratori delle aziende che lì hanno sede), io credo che sia non solo giusto, ma necessario, lavorare su più obiettivi in parallelo, senza vedere il miglioramento del servizio del treno come alternativa “secca” alla metropolitana. Avere la metro non vuol dire rinunciare a treni efficienti, in sintesi.

Altre obiezioni riguardano poi il fatto che la Metro 2 si vedrà tra molti anni. Ma quindi cosa dovrei fare? Non occuparmene perché non potrò inaugurarla io?

Negli anni ‘60 e ‘70 c’era chi sosteneva che «la metro non serve». Il risultato è che mentre in tutta Europa decine di città paragonabili a Torino partivano con le loro metropolitane, noi non facevamo nulla e oggi, sessant’anni più tardi, siamo qui a parlarne. Chissà quante opportunità abbiamo perso, in sessant’anni. E basta chiedere a chiunque tra gli abitanti di Torino (ma anche di Collegno), che la metro la usano da 13 anni, se c’è qualcuno che la consideri inutile.

Torino Nord ha un estremo bisogno di infrastrutture. Tutti gli investimenti degli ultimi 10 anni (metro, treno, ospedale, ma anche Università e Politecnico) sono stati a sud di Torino. Se nei prossimi anni non saremo in grado di far partire infrastrutture che portino investimenti, il nostro territorio – non solo quello settimese, ma anche degli altri comuni – perderà sempre più centralità, a discapito della qualità di vita di chi abita nelle nostre città.

La Metro 2 ha questo obiettivo: non perdere un’infrastruttura necessaria.

Non la inaugurerò io, certo. E so che oggi non va di moda pensare ai prossimi dieci o vent’anni e ciò che sarà “oltre noi”, perché la velocità di come “si fa politica ai tempi dei social” non lo permette e impone il “tutto subito”.

Ma io ho l’obbligo di pensare alla nostra città anche quando non ci sarò più io a guidarla. Così come ho l’obbligo di lavorare intensamente in tutte le direzioni possibili (metro, treni, bus, ecc.) per cercare di ottenere quanto più possibile e le migliori opportunità per Settimo e i settimesi.

Elena Piastra

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO. 700 richieste per avere i cesti alimentari a casa

Sono circa 700 le domande di “aiuto”, per avere i cesti alimentari a casa, arrivate …

SETTIMO. Opposizioni: “Attacco fuori luogo della presidente Vizzari”

È una risposta durissima quella dei consiglieri di opposizione della Lega, Sinistra Civica e Insieme …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *