Home / Dai Comuni / SAN MAURO. Svastica sul muro della cabina Enel. Martedì 11 febbraio alle 21, presidio
svastica a San Mauro

SAN MAURO. Svastica sul muro della cabina Enel. Martedì 11 febbraio alle 21, presidio

A San Mauro Torinese, ignoti hanno disegnato una svastica sul muro della cabina Enel di Piazza Gramsci, all’angolo di Via del Porto.

A denunciare l’atto il comitato “A San Mauro Restando Umani”, il quale ha organizzato per martedì 11 febbraio alle ore 21, un presidio cittadino di protesta.

“Ogni anno, quando arriva il 27 Gennaio, ci apprestiamo tutti a scrivere articoli, organizzare formazioni e cineforum riguardo all’importanza della memoria, per non dimenticare una delle tragedie più grandi della storia: lo sterminio organizzato e sistematico di milioni di persone colpevoli di essere “diverse”. Diverse da uno standard costruito ad hoc su di una popolazione che mai è stata e mai sarà omologata. Uno sterminio portato avanti non solo attraverso le deportazioni, ma anche attraverso una simbologia e un linguaggio d’odio malato. Una cultura d’odio fondata sull’ignoranza, che rubava umanità e brutalizzava i più deboli. Ogni anno, non solo nel giorno della memoria, ci rendiamo conto di come quella stessa simbologia non sia svanita e di come quella cultura d’odio sia più contemporanea che mai: lo è tutti i giorni ed è attorno a noi. Questa simbologia molesta è arrivata, o forse non se ne è mai andata, nel nostro territorio: San Mauro. È tornata subdola e vigliacca, come è sempre stata, attraverso apparizioni di svastiche sui muri della nostra cittadina. Oggi più che ieri, poiché abbiamo a sostenerci gli insegnamenti della storia, dobbiamo prendere una posizione di fronte a questi meschini tentativi di marchiare la città. Non possiamo girare lo sguardo, non possiamo farlo per tutte le ingiustizie che il fascismo ha compiuto, non possiamo per ciò che oggi è il fascismo. La svastica che è comparsa a San Mauro non è solo un simbolo su un muro ma è lo specchio di ciò che è in questo momento parte della società che ci circonda. Un’altra volta nella storia una becera propaganda ha infuso nelle persone la paura nei confronti del “diverso”. Diverso: nuovamente questa parola, nuovamente priva di qualsiasi fondamento concreto. Una paura trasformata in violenza e giustificata da simbologie e parole è utilizzata per colmare i vuoti lasciati da politiche che aumentano e non riducono le diseguaglianze sociali, che segregano e dividono anziché integrare e unire. Parole e simboli che non potevano e non possono essere più tollerate, parole che pesano come macigni sulla vita non di pochi, ma di moltissimi. Noi siamo parte di quella società civile che non si è mai arresa, noi del Comitato A San Mauro Restando Umani denunciamo questo atto per quello che è: un vile atto fascista. ABBIAMO DECISO PER QUESTI MOTIVI DI ORGNANIZZARE UN PRESIDIO CITTADINO IN PIAZZA GRAMSCI A SAN MAURO, DOMANI MARTEDÌ 11 FEBBRAIO ORE 21, PERCHÉ NON POSSIAMO PIÙ TOLLERARE QUESTI ATTI FASCISTI NELLA NOSTRA CITTÀ!ì”.

 

Commenti

Blogger: Claudio Maretto

Claudio Maretto
Tutto il mondo è paese

Leggi anche

sequestrati alimenti dai carabinieri del Rac

CASTIGLIONE. In auto aveva coca e marijuana, arrestato

Questa mattina a Castiglione Torinese, durante un controllo della circolazione stradale, i carabinieri della compagnia …

IVREA. Zac! e Movicentro: i tempi si allungano

Ci sa tanto che sarà ancora molto lunga, impervia e tempestosa la strada per regolarizzare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *