Home / Sport / Judo / JUDO. Manuel Lombardo: “Non sono mai stato così motivato a far risuonare l’inno di Mameli al Palazzetto a Tokyo”
Manuel Lombardo

JUDO. Manuel Lombardo: “Non sono mai stato così motivato a far risuonare l’inno di Mameli al Palazzetto a Tokyo”

Vista la decisione sulle nuove date della XXXII Olimpiade, dal 23 luglio all’8 agosto del 2021, il CIO ha confermato che tutti gli atleti già qualificati e i quota places già assegnati per i Giochi Olimpici di Tokyo rimangono invariati, nell’ottica in cui, nonostante il rinvio, rimarranno i Giochi della XXXII Olimpiade. Tutti sono in attesa delle decisioni della Federazione Mondiale IJF per quanto riguarda le qualificazioni del judo, basate sul ranking olimpico. Con la riprogrammazione all’estate 2021, bisogna forzatamente attendere in merito alla sospensione delle gare valide per la classifica olimpica. Queste le parole di Manuel Lombardo, judoka di scuola Akiyama Settimo e attualmente numero uno del ranking mondiale e olimpico dei -66 kg, sullo slittamento di un anno dell’Olimpiade di Tokyo, in Giappone: “La salute è la cosa piu’ importante. Ci sono cose che vengono prima di una gara, per quanto importantissima come un’Olimpiade, prima fra tutte la salute, la famiglia, il benessere collettivo. Il mio obiettivo per quanto riguarda Tokyo 2020 rimane lo stesso, semplicemente cambia il numero: dal 2020 diventa 2021. Non sono mai stato così motivato a far risuonare l’inno di Mameli al Palazzetto a Tokyo”.

Parole chiare, forti, quelle del campione azzurro Manuel Lombardo, consapevole che in Giappone avrà un’occasione unica, forse irripetibile, per lasciare un segno indelebile nella storia dello sport italiano e mondiale. Perché come dice Usain Bolt, il piu’ grande velocista di tutti i tempi, “un oro olimpico resta per sempre”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO. Tulipani, narcisi e erbe aromatiche alla Roncalli per il rientro in classe dopo la DAD

I semi e i bulbi piantati nel giardino della scuola Roncalli, di via Cuneo 1, …

Facciamo due conti

I 500mila vaccini al giorno pronosticati dal governo dei Migliori – per ora un’utopia, ad …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *