Home / Turismo Grandi Eventi / Carnevale di Ivrea / IVREA. Tuchini (più di 100 foto e potresti esserci anche tu). Corri in edicola!
Tuchini

IVREA. Tuchini (più di 100 foto e potresti esserci anche tu). Corri in edicola!

Correva l’anno 1963. Un gruppo di ragazzi del Borghetto “capeggiato” da Enrico Piatti e Davide Tirassa prende una decisione che cambierà la storia del Carnevale: fondare una squadra di aranceri nel Rione della Croazia, oggi Rione del Borghetto. Nel 1964, data ufficiale della squadra, i ragazzi hanno poco tempo per realizzare la divisa. Utilizzano una classica tuta da lavoro ma decidono di apporre sulla schiena un corvo nero disegnato da Mario Piatti, papà di Enrico. Il nome con cui prendono parte al Carnevale è “Corvi della Croazia”. Bisogna attendere l’anno successivo per la bandiera così come per il nome ufficiale, “Tuchini del Borghetto”, che prende il nome dal “tuchinaggio”, rivolta contadina canavesana contro i feudatari nel Medioevo. Da quei ribelli presero anche il motto: “tucc’un”, tutti per uno. Di fianco a “Tuchini” aggiungono “del Borghetto”, a rimarcare il legame indissolubile con il loro quartiere. L’inizio di un’incredibile storia scritta sulla destra della Dora Baltea, là dove gli aranceri danno battaglia ai carri. Presidente dei Tuchini, da 6 anni, è Luca Guglielmini. Quest’anno gli iscritti sono 1.800 (numero chiuso, per motivi di sicurezza) più 900 bambini. I Tuchini sono la squadra più numerosa. Appena due anni fa, il 12 gennaio 2018, l’inaugurazione della nuova sede, sopra quella storica. Attualmente sono più di 100 le persone che lavorano ogni anno per rendere onore al Borghetto durante il Carnevale.

I momenti d’incontro sono quotidiani. In passato sono perfino stati organizzati motoraduni, biciclettate e gite fuori porta d’estate e in primavera. L’amicizia, insomma, alla base di tutto.

Il rapporto tra carri e aranceri, qui, è molto diretto. Innanzitutto i Tuchini sono l’unica squadra che tira “da sola”. Inoltre il ponte è stretto e ci sono un centinaio di aranceri che vi si alternano. In particolare, il gruppo che ha preso a cuore questa zona è quella di “Cuj dal Punt”.

Diverse le vittorie ottenute negli anni. Nel ’93 una delle più belle, dopo 17 anni di digiuno. Indimenticabile l’anno 2007, quando i Tuchini hanno organizzato un musical in onore di Violetta in collaborazione con Luciano Rossetti al Teatro Giacosa: “Violetta, la figlia della Dora”. Quattro serate da tutto esaurito!

Una passione per la storia del passato, per il presente e per quel che verrà, quella dei Tuchini. E adesso… tutti al Borghetto!

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Emergenza Coronavirus

CORONAVIRUS. Sabato 28 marzo. A Settimo i contagi salgono a 82. San Mauro 34. Un morto a Gassino

QUI I DATI DI TUTTI I COMUNI A NORD DI TORINO Salgono i contagi in …

coronavirus ospedale chivasso

CHIVASSO. Coronavirus: i positivi sono 52. Due decessi in collina

CHIVASSO. Coronavirus: altri cinque positivi. Tanti sono giovani. Continua a crescere il numero dei positivi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *