Home / BLOG / IVREA. Nel giorno della riappacificazione e degli Abbà (foto Bellaver)
Riappacificazione

IVREA. Nel giorno della riappacificazione e degli Abbà (foto Bellaver)

Nella penultima domenica di Carnevale, i veri protagonisti sono tornati ad essere gli Abbà. E sono: Costanza Caracciolo, Gaia Maridon, Giulia Fragale, Sofia Perino e Rebecca Ronco rispettivamente per le Parrocchie di San Grato, San Maurizio, Sant’Ulderico, San Lorenzo e San Salvatore.

La mattina è però cominciata con la sfilata dei 51 carri da getto nelle vie del centro, quindi presentati ufficialmente in piazza del Rondolino: 35 pariglie e 16 tiri a quattro. In questa occasione sarà al lavoro la giuria Cavalli, finimenti e guidacomposta da tre giudici professionisti. 

Alle 12 sul Ponte Vecchio la Riappacificazione degli abitanti dei Rioni di San Maurizio e del Borghetto. 

La tradizione racconta che nei tempi passati odi e rancori avessero diviso i due rioni, situati sulle sponde opposte della Dora, e che si fosse arrivati all’uso delle armi gli uni contro gli altri. Poi, come recita il Libro dei Verbali, “un giorno fu suggellata la pace, merito e vanto delle donne eporediesi che anteponendo la loro persuasione alle armi e la gentilezza alla forza, si posero fra i contendenti e riconciliarono gli animi”. 

Così, ancora oggi, il dignitario rappresentante il Console maggiore di San Maurizio e il rappresentante il Bano della Croazia (ossia il rione del Borghetto) si incontrano a metà del Ponte Vecchio e si abbracciano fraternamente. La riappacificazione si festeggia durante il banchetto ufficiale al termine del quale, data lettura del verbale, si forma il Corteo Storico per procedere alla seconda Alzata degli Abbà.

Prossimi eventi

Ancora qualche giorno e si conoscerà il nome della vezzosa mugnaia. L’appuntamento è per sabato 23 alle 21, quando si affaccerà dalla loggia esterna del Palazzo Municipale. Seguiranno la marcia del corteo storico e degli aranceri sul lungodora e lo spettacolo pirotecnico. La famosa battaglia delle arance imperverserà nei pomeriggi di domenica 24, lunedì 25 e martedì 26 febbraio.

 

Commenti

Blogger: Sofia Bellaver

Sofia Bellaver
Le fotografie fanno la storia

Leggi anche

CHIVASSO. Il teatro ai tempi del Coronavirus… raccontato da Livio Viano

Arriva il Coronavirus e blocca tutto, anche il teatro. La stagione teatrale chivassese era nel …

Le ceresé!

Le ceresé! Le ceresé sono in piemontese le ciliegie, il lemma piemontese deriva dal francese …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *