Home / Sport / Altri Sport / ATLETICA LEGGERA. Pietro Arese rivolge un invito ai giovanissimi atleti
Pietro Arese

ATLETICA LEGGERA. Pietro Arese rivolge un invito ai giovanissimi atleti

“Non temete i momenti difficili. Il meglio viene da lì”. Così incitava i suoi studenti la grande scienziata piemontese Rita Levi Montalcini. Lo stesso spirito anima l’atletica piemontese che cerca di uscire dal periodo nero della pandemia Covid-19.

Si riaprono i campi sportivi per tutti, non solo per gli atleti di interesse nazionale, e si ritorna sul campo in tutte le province, con più o meno facilità a seconda dei gestori, ma sempre in sicurezza. Come nel resto d’Italia, tanta la gioia nel ritrovarsi con gli amici al campo, dal vivo e non solo più virtualmente, sulle chat o sulle varie piattaforme per le video conferenze. Ma tanta anche la voglia di tornare a gareggiare, quella che tutti gli atleti, non solo i più forti, hanno confidato sui propri profili social. FIDAL Piemonte ha deciso di partire coinvolgendo i giovanissimi, gli atleti delle categorie Ragazzi e Cadetti. È la fascia d’età che al momento risulta esclusa dalle ipotesi di competizione in pista, previste dal primo weekend di luglio. Ma è anche quella che ha più subito, psicologicamente, gli effetti del lockdown, quella più a rischio dispersione per lo sport. Ecco allora prendere vita le sfide virtuali societarie con il motto “Keep the distance, run fast”. Dopo una fase di preselezione, le sfide virtuali vere e proprie si svolgeranno dal 20 al 28 giugno sui rispettivi campi di allenamento. Tempi e misure verranno rilevate dai tecnici di riferimento che stabiliranno con gli atleti il momento della prestazione.

Proprio ai giovanissimi, Pietro Arese, campione italiano di cross Under 23 nel 2019, rivolge parole di incitamento: “Ai giovanissimi mi sento di dire quello che hanno consigliato a me, e che vale a qualsiasi età: scrivetevi il motivo per cui avete iniziato a fare atletica, quando siete in un momento di crisi rileggetelo e pensateci su. Vi aiuterà a ragionare ed a capire che se le motivazioni per cui avete sono valide, i momenti difficili, che pure esistono, si possono superare”.

 

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO. Valerio Verde e il Viet Vo Dao… quando lo sport non è solo sport, ma molto di più

“Sono nato a Chivasso nel 1991, ma ho sempre vissuto a Settimo. Ero un bimbo …

Paola Gianotti è pronta per il Giro del Piemonte

CICLISMO. Il Giro del Piemonte di Paola Gianotti

Sabato 11 luglio Paola Gianotti tornerà in sella alla sua amata bicicletta per la prima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *