Home / Attualità / Coronavirus. Aggiornamento di giovedì 9 aprile. In Piemonte i decessi salgono a 1.487
CORONAVIRUS
CORONAVIRUS

Coronavirus. Aggiornamento di giovedì 9 aprile. In Piemonte i decessi salgono a 1.487

* QUI I DATI DELL’ASL TO4

* I dati sono in continuo aggiornamento

Qui la mappa del contagio in Piemonte

CLICCA QUI PER I DATI DELL’ITALIA E DEL MONDO

SE SEI STRANIERO CLICCA QUI PER UNA COMUNICAZIONE IN TUTTE LE LINGUE DEL MONDO

CLICCA QUI PER LE NOTIZIE DA TORINO E DALL’ITALIA

OGGI

L’assessore regionale alla sanità Luigi Icardi ha nominato OGGI il dottor Angelo Testa medico di famiglia a Castellamonte candidato a sindaco per la Lega nel 2012, nonché presidente nazionale dello Snami (sindaco nazionale dei medici) coordinatore straordinario “ad acta” dell’Asl To4, una specie di commissario. Affiancherà il direttore generale Lorenzo Ardissone vittima, speriamo non a sua insaputa, di una situazione che sta sfuggendo di mano, sia nelle case di riposo, sia all’ospedale di Chivasso. Si occuperà della fase 2, cioè la gestione della pandemia sul territorio e di ricercare una sistemazione per i pazienti ancora in fase di guarigione. Il tutto (si spera) in collaborazione con i sindaci.

La nomina avviene quasi in contemporanea (che velocità….) con una lettera firmata da 24 sindaci dei distretti di Chivasso e Settimo, e inviata anche a Icardi, in cui si chiedeva proprio questo.

Ieri, in video conferenza, l’assessore regionale ad alcune precise domande dei giornalisti de LA VOCE aveva fondamentalmente scaricato gran parte delle responsabilità su Ardissone. E sembrava quasi di sentirlo, a microfoni spenti: “Qui è un casino!”.

Nella lettera di incarico si legge: “supporterà il coordinamento delle funzioni distrettuali dell’azienda To4 …”. Per 60 giorni.

“Ho già sentito il Dott. Testa, che ringrazio per la disponibilità dimostrata –  ha commentato Ardissone – L’ASL TO4 lo accoglie a bordo per questi 60 giorni che sicuramente saranno pieni di lavoro da svolgere”.

IERI

Ad una video conferenza con l’assessore regionale alla sanità del Piemonte Luigi Icardi è stato chiarito che l’ospedale di Settimo non è destinato a trasformarsi in presidio Covid. “Non è in corso alcuna particolare iniziativa”, sono state le parole utilizzate. L’assessore ha poi sottolineato che alle Asl, compresa l’Asl To4, è stato chiesto di trasformare in reparti Covid al massimo il 40 per cento dei reparti di ciascun Ospedale e ricavare dei posti di terapia intensiva nei blocchi operatori.

“Abbiamo salvaguardato gli ospedale più grandi …” ha commentato. Morale? Se è vero che a Chivasso questa percentuale è saltata con l’occupazione del 2°, del 4° del 5° e del 6° piano la decisione è stata presa dalla direzione generale, quindi da Lorenzo Ardissone.

Altro capitolo sui dpi (mascherine e tute). Se gli operatori sanitari (medici e infermieri) non ne hanno a sufficienza occorre lamentarsi con la direzione generale. “Le aziende sanitarie – ha specificato – avrebbero dovuto continuare ad approvvigonarsi attraverso i consueti canali. A loro supporto l’Unità di crisi ha integrato. Mi spiace che a Chivasso abbiano dovuto comprarsele, ma mi creda che in questi giorni è stata una disperata ricerca di dpi….”.

Infine il problema degli hotel da utilizzare per liberare posti letto. Se non lo si è fatto è perchè l’Unità di crisi non ha ancora capito chi metterci dentro considerando che occorre dare ai pazienti un’assistenza anche lì e, al momento, non si dispone del personale necessario. “Non vogliamo abbandonare nessuno….” ha concluso Icardi.

In Piemonte

CORONAVIRUS PIEMONTE, IL BOLLETTINO DELLE ORE 19

865 PAZIENTI GUARITI E 915 IN VIA DI GUARIGIONE

Oggi pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, è di 865 (133 in più di ieri): 56 (+6) in provincia di Alessandria, 45 (+4) in provincia di Asti, 44 (+5) in provincia di Biella, 90 (+9) in provincia di Cuneo, 42 (+13) in provincia di Novara, 473 (+77) in provincia di Torino, 59 (+13) in provincia di Vercelli, 41 (+6) nel Verbano-Cusio-Ossola, 15 provenienti da altre regioni.

Altri 834 sono “in via di guarigione”, ossia negativi al primo tampone di verifica dopo la malattia e in attesa dell’esito del secondo.

I DECESSI SALGONO COMPLESSIVAMENTE A 1.487

Sono 70 i decessi di persone positive al test del “Coronavirus Covid-19” comunicati nel pomeriggio dall’Unità di Crisi, di cui 21 al momento registrati nella giornata di oggi. Occorre ricordare che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente dall’Unità di crisi può comprendere anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi covid.

Il totale complessivo è ora di 1.487 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 279 ad Alessandria, 75 ad Asti, 97 a Biella, 105 a Cuneo, 153 a Novara, 605 a Torino, 76 a Vercelli, 74 nel Verbano-Cusio-Ossola, 23 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI

Sono 14.671 le persone finora risultate positive al “Covid-19” in Piemonte: 2.104 in provincia di Alessandria, 681 in provincia di Asti, 625 in provincia di Biella, 1.309 in provincia di Cuneo, 1.226 in provincia di Novara, 6.992 in provincia di Torino, 700 in provincia di Vercelli, 776 nel Verbano-Cusio-Ossola, 191 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi.

I restanti 67 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 398.

I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 55.548, di cui 30.781 risultati negativi.

TABELLA GUARITI/IN VIA DI GUARIGIONE E DECEDUTI

 

ALTRI 16  MEDICI VOLONTARI DEL GOVERNO IN PIEMONTE PER L’EMERGENZA

Sono arrivati oggi in Piemonte altri 16 medici volontari inviati dal governo a rafforzare l’organico sanitario piemontese impegnato nella lotta al Covid 19.

Questo team si aggiunge ai primi 22 medici che sono stati inviati in Piemonte dal Dipartimento della Protezione Civile la settimana scorsa.

Ad accogliere i sanitari a Milano e ad accompagnarli alle loro destinazioni in  Piemonte, sono stati i funzionari della Protezione civile regionale.

I sedici medici volontari sono stati così destinati: 1 all’Ospedale di Verduno, 1 all’Ospedale del VCO, 2 all’ASL TO 3, 1 all’Ordine Mauriziano, 1 all’ASL di Vercelli, 1 all’ASL TO 5, 1 all’ASL AT, 2 alla Città di Salute , nel novarese 1 all’Ospedale di Novara e 1 all’ ASL,  3 all’ASL  Città di Torino, 1 all’Azienda Ospedaliera di Cuneo.

Complessivamente, sono 38 i medici volontari inviati dal Dipartimento di Protezione civile in Piemonte così suddivisi:  8 all’ospedale Covid di Verduno e 2 a Cuneo, 16 a Torino e provincia, 2 a Vercelli, 1 a Biella, 4 a Novara, 2 nel Vco, 2 ad Asti e 1 ad Alessandria.

I medici sono specializzati in malattie infettive, anestesia rianimazione, chirurgia generale, cardiologia, medicina d’urgenza e interna ed ematologia.

Italia:

Sono 18.279 le vittime dopo aver contratto il coronavirus in Italia, con un aumento rispetto a ieri di 610. Mercoledì l’aumento era stato di 542. Il dato è stato reso noto dalla Protezione civile. Per il sesto giorno consecutivo calano però ancora i ricoveri in terapia intensiva. Sono 3.605 i pazienti nei reparti, 88 in meno rispetto a ieri. Di questi, 1.236 sono in Lombardia, in calo di 21 rispetto a ieri. Dei 96.877 malati complessivi, 28.399 sono poi ricoverati con sintomi – 86 in meno rispetto a ieri – e 64.873 sono quelli in isolamento domiciliare. “I pazienti Covid 19 in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi sono arrivati a 64.877, il 67% del totale, un dato cresciuto solo ad aprile dell’8%. Ciò dimostra il calo della pressione sugli ospedali, assieme al calo dei ricoverati nei reparti o in terapia intensiva” ha spiegato il capo della Protezione civile Angelo Borrelli.
Sono complessivamente 96.877 i malati di coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 1.615. Mercoledì l’incremento era stato di 1.195. Il numero dei contagiati totali – compresi morti e guariti – è di 143.626, con un incremento rispetto a ieri di 4.204.
I guariti dopo aver contratto il Covid sono 28.470, 1.979 in più di ieri. Ieri l’aumento dei guariti era stato di 2.099.
Dai dati della Protezione civile emerge che sono 29.074 i malati in Lombardia (529 in più rispetto a ieri), 13.258 in Emilia-Romagna (+148), 10.449 in Veneto (+278), 11.336 in Piemonte (+347), 3.401 nelle Marche (-161), 5.703 in Toscana (+146), 3.253 in Liguria (+8), 3.532 nel Lazio (+84), 2.873 in Campania (+14), 1.390 in Friuli Venezia Giulia (-25), 1.978 in Trentino (+38), 1.315 in provincia di Bolzano (+34), 2.301 in Puglia (+63), 1.942 in Sicilia (+49), 1.566 in Abruzzo (+32), 792 in Umbria (-31), 609 in Valle d’Aosta (+3), 876 in Sardegna (+36), 765 in Calabria (+10), 189 in Molise (+8), 275 in Basilicata (+5).
Quanto alle vittime, se ne registrano 10.022 in Lombardia (+300), 2.316 in Emilia-Romagna (+82), 756 in Veneto (+20), 1.454 in Piemonte (+76), 669 nelle Marche (+17), 408 in Toscana (+16), 682 in Liguria (+28), 227 in Campania (+6), 253 nel Lazio (+9), 171 in Friuli Venezia Giulia (+2), 225 in Puglia (+6), 187 in provincia di Bolzano (+4), 138 in Sicilia (+5), 194 in Abruzzo (+15), 51 in Umbria (+1), 105 in Valle d’Aosta (+3), 268 in Trentino (+13), 61 in Calabria (+1), 64 in Sardegna (+5), 13 in Molise (+0), 15 in Basilicata (+1). I tamponi complessivi sono 853.369, oltre 46mila più di ieri. Degli oltre 853mila tamponi circa 430mila sono stati effettuati in Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CORONAVIRUS

Mercoledì 27 maggio. Oggi, in Piemonte, si registrano 16 decessi in più di ieri

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè …

Emergenza coronavirus

Martedì 26 maggio. Coronavirus: oggi in Piemonte 14 decessi

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *