Home / Piemonte / TORINO. Coronavirus: Nursind, stanziare subito delle risorse o il sistema non regge

TORINO. Coronavirus: Nursind, stanziare subito delle risorse o il sistema non regge

“Bene la task force regionale, e anche l’impegno ai vari livelli, ma serve subito che vengano stanziate risorse per sopperire alle carenze organiche e strutturali. Altrimenti il sistema non reggerà”. Lo dichiara Francesco Coppolella, segretario regionale del Nursind (sindacato delle professioni infermieristiche) in Piemonte, in merito alla questione Coronavirus. “L’improvvisazione – aggiunge – non è mai una soluzione adeguata. La programmazione sì. Ma questa prevedeva e prevede investimenti che non si sono voluti fare e che invece debbono essere assolutamente fatti”.

“Che la regione piemonte e le aziende sanitarie non abbiano un piano – dice Coppolella – lo diciamo da anni: il sistema è andato spesso in crisi negli anni passati anche per i picchi influenzali. Nonostante gli sforzi che in questi giorni si stanno facendo mancano certezze, uniformità, procedure e protocolli sicuri che dovrebbero essere già conosciuti e ben preparati. Gli infermieri e gli operatori sanitari mettono a disposizione, oltre che la loro professionalità, anche il loro corpo: il rischio di contrarre il virus per loro e per la loro famiglia si moltiplica per ovvie ragioni. A preoccuparci inoltre sono la cronica carenza di personale e la mancanza di un piano per sopperire ad un prevedibile incremento dei carichi di lavoro tenuto anche conto di possibili contagi, malattie e messa in quarantena”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

De Zuanne Volpiano

VOLPIANO. Coronavirus, morto un uomo di 65 anni. Contagiati anche nelle case di riposo

Lutto a Volpiano per il Coronavirus. Nella giornata di oggi è morto un uomo di …

Alberto Cirio

CORONAVIRUS. Allo studio nuove misure di contenimento in Piemonte

Alle 12.30 il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha  avuto la conferma della sua …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *