Home / Piemonte / Cuneo / CUNEO. Lavoratori stagionali con documenti falsi, 5 arresti
Foto d'archivio

CUNEO. Lavoratori stagionali con documenti falsi, 5 arresti

L’arresto per furto di due macedoni, da parte dei Carabinieri di Alba, ha fatto emergere un traffico di documenti di identità contraffatti della Repubblica Ceca; individuato un gruppo di macedoni stanziali nella provincia di Cuneo, che si occupava del reclutamento e dell’illecito ingresso in Italia di manodopera extracomunitaria (per lo più di origine macedone o albanese) che regolarizzava attraverso falsi documenti di identità. Dopo essersi procurato documenti bulgari contraffatti, li presentava alle Agenzie delle Entrate, ottenendo l’assunzione come lavoratori comunitari presso cooperative create ad hoc durante il periodo della raccolta dei prodotti agricoli.
Quattro le persone in carcere di cui due già gravate da precedenti, una donna è ai domiciliari, ad Alba, con l’accusa di traffici illeciti, favoreggiamento aggravato dell’ingresso illegale di cittadini stranieri irregolari, dall’utilizzo di documenti falsi, dal numero di stranieri e dall’esistenza fittizia di un rapporto di lavoro.
Nell’indagine 30 arresti in flagranza di reato per possesso di documenti falsi validi per l’espatrio; 171 persone, tra cui due italiani, deferite all’autorità giudiziaria per possesso di documenti contraffatti validi per l’espatrio, ricettazione, furto aggravato, illecita permanenza nel territorio dello Stato, truffa , detenzione di stupefacenti, contrabbando di sigarette.
All’indagine, coordinata dalla procura di Asti e scattata tre mesi fa, hanno partecipato oltre 120 militari della Compagnia di Alba e del Nucleo Investigativo di Cuneo, con il Centro di Cooperazione di Polizia e doganale di Chiasso, l’ausilio del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Cuneo, e di personale di rinforzo del Comando Provinciale di Cuneo ed Asti e della Polizia Locale di San Damiano d’Asti.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

VERCELLI. A Londra lo aspetta un lavoro, i carabinieri gli pagano il viaggio

Hanno aiutato un senzatetto assicurandogli un pasto caldo, una sistemazione per la notte e pagando …

VERCELLI. Accoltellò moglie da cui si stava separando, condannato

La Corte d’Appello di Torino ha condannato a 8 anni di reclusione Massimiliano Cirillo, il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *