Home / Sport / Calcio / Calcio. Promozione. Girone A. I gol di Corso e Borghi rilanciano La Chivasso

Calcio. Promozione. Girone A. I gol di Corso e Borghi rilanciano La Chivasso

Fondamentale successo per La Chivasso che piega in rimonta il Fulgor Ronco Valdengo e tiene il passo delle rivali per la salvezza. Il contemporaneo successo della Dufour Varallo lascia i biancorossi sempre all’ultimo posto, ma i tre punti ottenuti contro la squadra di mister Modenese danno grande morale e una preziosa iniezione di fiducia alla truppa di Paolo Scirè. Nella prima frazione di gioco si fanno preferire gli ospiti che colgono due pali e trovano la rete del vantaggio con Marazzato su calcio di rigore. Nella ripresa, dopo una grossa occasione non sfruttata da Marazzato, La Chivasso è decisamente più in palla e trova la rete del pareggio con una spettacolare rovesciata di Mauro Corso che si inventa un gol da fantascienza in stile Pelè nel film “Fuga per la vittoria”. I biancorossi sono lanciati e arriva anche il sorpasso con Borghi che lanciato nello spazio diventa imprendibile e davanti al portiere non sbaglia mettendo a segno la rete del 2-1. I padroni di casa sono poi bravi a controllare la sterile reazione dei biellesi e conquistano un successo che vale oro. “Per noi oggi era fondamentale vincere e ci siamo riusciti grazie ad un secondo tempo importante. Sono felice per aver fatto un gran bel gol, ma soprattutto per riuscire a dare il mio contributo alla causa” ha commentato a fine gara un più che soddisfatto Mauro Corso. Domenica prossima La Chivasso andrà a giocare sul campo della Juventus Domo, squadra partita per lottare per il vertice e che si è invece ritrovata invischiata nella zona retrocessione. 

Commenti

Blogger: Roberto Vannicola

Roberto Vannicola
Cinque, Cinque, Cinque

Leggi anche

CHIVASSO. A fuoco i cipressi del cimitero

A fuoco una quarantina di cipressi ad ornamento del muro del cimitero di via Favorita. …

CHIVASSO. Via al progetto delle “interpellanze all’amministrazione”: ma le prime tre ricevono dei “no”

Si respirava aria di vacanza, l’altra sera, nell’ultimo Consiglio comunale prima della pausa estiva. Sarà perché …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *