Home / BLOG / MONTANARO. L’ultimo commosso addio al volontario Marino

MONTANARO. L’ultimo commosso addio al volontario Marino

MONTANARO. L’ultimo commosso addio al volontario Marino

A distanza di una settimana, nella piccola Montanaro sono ancora tutti increduli nell’accettare che nel pomeriggio di lunedì 29 giugno, Marino Serafino li abbia salutati per sempre.

Un fatto improvviso che ha colpito profondamente tutto il paese, in cui in tanti hanno voluto tracciare con parole d’affetto o con aneddoti vissuti insieme, i ricordi e la storia di questo uomo, che oltre ad essere una persona molto attiva per Montanaro, era riuscito ad occupare uno spazio nel cuore dei suoi concittadini.

Marino, 63 anni era pensionato e da molti anni si dedicava con anima e cuore alla sua comunità, impegnandosi attivamente nel volontariato. Amava trascorrere il suo tempo con gli amici, giocando a carte oppure pescando.

Lo si poteva incontrare per le strade montaneresi sotto tante vesti: poteva indossare una pettorina gialla quando si metteva all’opera con la Protezione Civile, di cui era il Vice Coordinatore oppure nei panni del Nonno Vigile, davanti alle cancellate della scuola elementare.

Marino era questo agli occhi dei suoi concittadini… Una presenza costante, una spalla su cui contare, a prescindere dalla difficoltà, oltre ad essere un volontario doc.

“Marino era un volontario eccezionale, presente fin dalla nascita del Gruppo nel 2016. Un riferimento per tutti, grazie alla sua costante presenza ed al suo carattere scherzoso. – Racconta emozionato il coordinatore della Protezione Civile Davide Baggio – Marino in un attimo ha saputo conquistare il rispetto e la simpatia di tutti noi, al punto da arrivare a meritarsi quel tanto amato titolo di Vice Coordinatore. La forza di questo Gruppo è sempre stata la grande unità tra i volontari, raggiunta dopo le tante ore di servizio insieme, unita ai momenti di festa, una volta che la divisa veniva tolta. Devo dire che Marino ha saputo dare un contributo straordinario nel favorire questo spirito di squadra, dimostrando sempre di indossare con orgoglio questa nostra semplice pettorina gialla e non dimenticandosi mai di avere un sorriso ed una battuta per tutti… Che si trattasse di un’emergenza meteo o di un servizio ad una manifestazione di paese, Marino c’era. Fino a quest’ultima maxi emergenza sanitaria, dove lui non è mai mancato ad alcun impegno: dalla distribuzione dei volantini informativi, alla consegna delle mascherine ai montaneresi, al monitoraggio assembramenti fuori dai negozi e durante i mercati. Immancabile!”.

Parole colme di stima quelle del Coordinatore, che confermano la grande bontà di Marino.

Una bontà infinita che ha speso infaticabilmente per il prossimo, ma che ha lasciato un grande insegnamento, come dice ancora Davide Baggio che conclude: “Sono stati e saranno giorni molto tristi per noi volontari, ma tutto il Gruppo sa che occorre andare avanti, ricordando in ogni momento tutti gli insegnamenti che Marino ha saputo dare: esserci sempre, metterci il cuore, fare molto e non parlare troppo! Non possiamo che dire grazie a Marino, all’amico e al volontario che è stato”.

Un grazie speciale che oltre ai volontari, in tanti hanno voluto dimostrargli, accompagnandolo nel suo ultimo viaggio mercoledì 1° luglio. Un grazie che ha cercato di colmare il grande vuoto che Marino ha lasciato.

Un’anima bella lui, luminosa e forte, il cui ricordo resterà ovunque, passeggiando tra le vie del paese, in quelle belle giornate di sole.

Commenti

Blogger: Ivana Fontana

Ivana Fontana
L'essenziale è invisibile agli occhi

Leggi anche

CRESCENTINO. Luca Carè si schiantò in auto contro il muro del ponte della ferrovia in strada del Ghiaro. Ora la famiglia porta il Comune in tribunale e chiede un risarcimento per la sua morte

CRESCENTINO. Un milione di euro: è quanto potrebbe costare al Comune di Crescentino la morte di …

alberto avetta

CANAVESE. Città metropolitana approva il piano dei lavori sulle strade

La Città Metropolitana di Torino ha votato all’unanimità la variazione al Documento unico di Programmazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *