Redazione

di: Redazione

Home / Piemonte / Cuneo / CUNEO. I migranti occupano un capannone, la Lega protesta

CUNEO. I migranti occupano un capannone, la Lega protesta

Un gruppo di africani, alla ricerca di lavoro stagionale nella raccolta della frutta, da qualche settimana accampati sotto il viale del Foro Boario a Saluzzo, nel Cuneese, hanno occupato abusivamente un capannone dismesso, di proprietà della Provincia di Cuneo. Il blitz ha suscitato le proteste della Lega.
L’occupazione riguarda l’ex Cogibit nell’area artigianale, poco lontano dal dormitorio comunale per gli stagionali, da 368 posti, realizzato nell’ex caserma Filippi ma non in grado di ospitare tutti gli stagionali che ogni anno si riversano in città in cerca di lavoro (lo scorso anno furono oltre 700).
Per ripararsi dalla pioggia e trovare un tetto per la notte, una parte degli oltre 150 accampati all’esterno del dormitorio, hanno scavalcato la recinzione e occupato il capannone.
Prefetto e Questura di Cuneo, assieme alle forze dell’ordine locali, stanno monitorando costantemente la situazione. Il consigliere comunale della Lega, Domenico Andreis, il segretario di sezione Tesio e il consigliere nazionale del movimento, Paolo Demarchi, chiedono “l’immediato sgombero dell’area Cogibit occupata abusivamente dagli immigrati. L’amministrazione comunale di Saluzzo non può continuare a far finta di niente, la situazione ormai è completamente fuori controllo. Non possiamo accettare che in nome del buonismo addirittura si sorvoli sulla plateale violazione della proprietà privata, come si trattasse di un fatto irrilevante. La Giunta del sindaco Calderoni – concludono i leghisti – ha compiuto un grave errore ad aprire il campo per i migranti nell’ex caserma Filippi”.

Commenti

Leggi anche

Guardia di finanza

CUNEO. Scoperta discarica abusiva sul torrente Varaita, una denuncia

Da un controllo fiscale alla denuncia per abbandono di rifiuti. Nei guai una ditta edile …

giornalista

TORINO. Nasce il coworking per giornalisti

Debutta a Torino Pressbox, Coworking per giornalisti freelance promosso dall’Associazione Stampa Subalpina. Il sindacato è …