Home / BLOG / VOLPIANO. Meno social e più sociali

VOLPIANO. Meno social e più sociali

Sabato ho partecipato ad un bel momento a tratti commovente.

All’interno del cortile del palazzo che ospita la sede della filarmonica volpianese si è tenuto un concerto della “banda giovanile” e sono state apposte due targhe che indicano l’intitolazione della scuola di musica ad un personaggio da poco scomparso che tanto a dato alla filarmonica e a tutta la comunità.

Sono, per la parte politica, componente del consiglio di amministrazione della “banda” già dalla scorsa consigliatura ma mi sento decisamente parte perché mamma di una piccola musicista.

Lì in quello spazio vissuto da “piccoli” e “grandi” concittadini,  in un ambiente “sano” e stimolante ho riflettuto su quanto deve la nostra società al “volontariato” e all’operosità di cittadini che dedicano nelle più svariate forme parte del proprio tempo e a volte anche proprie risorse per migliorare la qualità della vita di chi gli sta intorno.

In tutto ciò però mi sovvengono sempre, purtroppo dei risvolti poco positivi che riguardano l’amministrazione.

Penso che aspettare sempre che siano altri a prestare le proprie idee, le proprie proposte e attività per poi ritagliarsi un ruolo come se qualcosa dipendesse dalla propria volontà lasci sempre l’amaro in bocca a chi ascolta in modo obiettivo.

Il mondo del volontariato e dell’associazionismo va sostenuto, sarebbe necessario coordinare e unire per migliorare i risultati che innegabilmente vanno a supplire una  mancanza delle istituzioni. Dopodiché non ci si dovrebbe arrogare posizioni che non spettano… come in molti altri casi.

il nostro paese è molto fervente dal punto di vista sociale, culturale,  sportivo e se vi fosse  un coordinamento serio e collaborativo tutto potrebbe funzionare meglio.

Ma è meglio mantenere a volte un piccolo “castello di carte” anziché cercare di gettare delle fondamenta per costruire e veder crescere nuove realtà… Si teme di perdere potere!

Commenti

Blogger: Monica Camoletto

Monica Camoletto
Qualcosa di cui sparlare

Leggi anche

alberto avetta

CANAVESE. Città metropolitana approva il piano dei lavori sulle strade

La Città Metropolitana di Torino ha votato all’unanimità la variazione al Documento unico di Programmazione …

VALPERGA. Compie 109 anni Franco Boggio, tifoso Torino più longevo

Ha attraversato due guerre mondiali, perdendo il padre nella prima e finendo prigioniero a El …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *