Home / In provincia di Torino / VOLPIANO. Luigi Lia a “Chi l’ha visto?”, è scomparso da due mesi
Luigi Lia

VOLPIANO. Luigi Lia a “Chi l’ha visto?”, è scomparso da due mesi

Sono passati due mesi e non c’è ancora traccia di Luigi Lia,  il volpianese di 63 anni di origini calabresi scomparso nel nulla nella serata del 20 agosto. Mercoledì scorso si è parlato di Lia su Rai3 durante la trasmissione “Chi l’ha visto?”, condotta da Federica Sciarelli.  È stata Rita, la sorella che vive in Calabria, a mettersi in contatto con i giornalisti della trasmissione per sottoporgli il caso nel tentativo di trovare il caro fratello. «Ho paura – ha detto ai microfoni della Rai -. O Luigi è andato fuori di testa, oppure è successo qualcosa. Lui non avrebbe mai fatto tutto questo». Gino”, com’è conosciuto in paese, abita a Volpiano con la moglie e i due figli. È tubista saldatore e ha lavorato per diversi anni alla Thyssenkrupp. Il 20 agosto è uscito di casa intorno alle 22 meno un quarto. Non una stranezza, ma un’abitudine quotidiana. Il 63enne, infatti, faceva spesso una passeggiata e tornava a casa con un po’ di gelato da gustare insieme a sua moglie.  Da quella sera, però,  nessuno l’ha più visto. Neanche gli amici dell’ex lavatoio comunale, dove i pensionati giocano a scopa, scopone, pinacola. «Era una persona normale, tranquilla, serena» hanno detto i volpianesi che frequentano il lavatoio, intervistati dai giornalisti di “Chi l’ha visto”.  Al momento della scomparsa, Lia era vestito con bermuda azzurre, scarpe azzurre e un giubbotto blu con interno beige. Potrebbe essersi diretto verso il solito bar dietro casa, di fronte alla Chiesetta di San Michele. Ma il gestore non ricorda se quella sera Luigi è entrato nel locale oppure no. Una vicina di casa sostiene però di averlo visto pochi giorni dopo, venerdì 23 agosto, vicino ad una macelleria nel centro di Volpiano.  «Non vivo più, vedo sempre Gino davanti a me – ha detto la sorella a “Chi l’ha visto?” -. Se qualcuno lo sta aiutando, visto che lui ha tanti amici, almeno mi dia un colpo di telefono. Tutte le sere mi chiamava, poi non l’ha più fatto. L’ho sentito fino alla sera prima». 

Un amico di Luigi Lia, Gerardo, si è fatto carico di cercarlo per le strade di Torino. «Non mi ha mai detto nulla – ha raccontato alla Rai -. Per me è più di un fratello, sto mobilitando tutti nella ricerca. L’altra sera sono stato a Porta Nuova, con mia moglie, a cercarlo. Niente».

Lia è alto 1 metro e 67, ha occhi e capelli castani, è di corporatura esile. Ha una cicatrice a forma di “v” sul labbro superiore.  Il cellulare risulta spento e non ha con sé i farmaci necessari per la sua terapia quotidiana.

Dov’è finito Gino?

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

QUINCINETTO. Frana: “A5 chiusa 100 giorni? Era solo una stima prudenziale”

Continua a far discutere l’ipotesi di una chiusura prolungata dell’autostrada tra i caselli di Ivrea …

SAN MAURO. “Tanti ragazzi se ne sono andati” Campi già affittati al Settimo…

Dopo le notizie della settimana scorsa, abbiamo ricevuto numerose segnalazioni, in redazione, proprio sulla situazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *