Home / Eventi / VOLPIANO. De Bello Canepiciano. Festa medievale

VOLPIANO. De Bello Canepiciano. Festa medievale

Benvenuti in un tempo che fu, dominato da cavalieri e dame, all’interno di locande e taverne, tra duelli ed onore. Pronti ad entrare nella storia?  Sabato 15 e domenica 16 settembre torna a Volpiano il De Bello Canepiciano, la Festa Medievale biennale organizzata dal “Circolo Culturale Tavola di Smeraldo” che spegne quest’anno le sue prime 10 candeline. Tornei di scherma storica con atleti da tutta Europa, un centro cittadino vestito a Medioevo, attendamenti che riproducono accampamenti militari e angoli dedicati agli antichi mestieri, aree adibite al mercato artigianale, prodotti alimentari di eccellenza, indumenti storici, accessori in pelle, pietre e stoffa, colpi di scena a non finire con giullari, giocolieri, trampolieri, mangiafuoco, acrobatica aerea, sputafuoco, aree didattiche per adulti e bambini distribuite nel perimetro dell’evento, giochi a tappe per adulti, possibilità di ristoro nelle taverne, battaglia per bambini, grande battaglia finale con oltre 300 figuranti, cavalleria storica, falconeria, fattoria didattica, concerti e tanto altro. Protagonista sarà il Marchese del Monferrato Giovanni II Paleologo con la sua consorte, la Principessa di Maiorca Isabella, vissuti nel nostro territorio nel Trecento.  Ma anche e sopratutto le 500 persone che lavorano alla realizzazione dell’evento, i 400 rievocati e i tantissimi visitatori attesi nella cittadina di Volpiano.

Sabato 15 settembre

Alle 7 allestimento del centro storico. Alle 13 apertura delle porte del Marchesato.  Apertura delle taverne e punti ristoro.

CAMPO DI MARTE (piazza Cavour).  Alle 14 Torneo Internazionale di scherma 5 contro 5  maschile e 3 contro 3 femminile (2° Torneo delle Alpi). Alle 22 Finali tornei di scherma. Alle 23 Incontri 10 contro 10.

FOSSATO DEL CASTELLO

Alle 17.30 Dimostrazione di giochi medievali a cavallo. Alle 18.30 Falconeria. Alle 22.30 Assalto notturno al castello (frecce infuocate e trabucco).FRONTE MUNICIPIO. Alle 16 Spettacolo di Giocoleria. Dalle 16 Investitura del cavaliere (percorso a tappe per adulti). Alle 18 Spettacolo di Giocoleria. Alle 21.30 Il matrimonio del Marchese Giovanni II del Monferrato e la Principessa Isabella di Maiorca. Alle 22 Spettacolo di fuoco. Alle 22.30 La disfida dei menestrelli: Futhark e Arkana Pipe Band.

SAGRATO DELLA CHIESA

Per l’intera giornata volteggi e spettacoli di acrobatica aerea. Alle 24 Gran finale: Una discesa agli Inferi

PIAZZA DELLA FORZA (via Provana). Dalle 16 Prova di forza e di coraggio (percorso a tappe per adulti). Alle 16 Spettacolo di giocoleria. Alle 19 Spettacolo di giocoleria.

PIAZZA DEI 4 TIGLI (piazza XXV Aprile)

Dalle 15 5° Torneo “Giovanni II Paleologo” (scherma 1 contro 1 all’Italiana). Alle 17 Spettacolo di giocoleria. Alle 23 Spettacolo di fuoco.

CHIESA DELLA CONFRATERNITA (via Umberto I, 2). Dalle 15 alle 22 Mostra sull’abbigliamento nel Trecento, conferenze e didattica continua sul tema. Alle 21 Concerto di musica medievale a cura del Duo “Musikàntika”.

CORTILE UMBERTO PRIMO (Via Umberto I, 9). Dalle 15 alle 24 Mostra sulla Tortura ed Inquisizione, Mostra a pannelli “I Templari: Storia, Mito e Mistero”. Dalle 16 Prova della fede e spirito (percorso a tappe per adulti).

SALA DELLA BIBLIOTECA (via Carlo Botta, 26). Dalle 15 alle 23 Mostra Armi ed Armature.

SALA GUGLIELMO DA VOLPIANO PALAZZO OLIVERI 3 p (vicolo Fourat 2). Dalle 15 alle 19 Conferenze.

VIA RE ARDUINO – VICOLO SAN FRANCESCO. Alle 16 Prova della carne (percorso a tappe per adulti).

CORTE UMBERTO (via Umberto I, 11). Alle 16:30 alle 18:30 Rassegna: “I Templari: Storia, Mito e Mistero” (1 piano). Alle 20 Cena Medievale. Alle 21 Intervento musicale a cura di “Futhark”. Dalle 22 Intervento falconeria. Alle 22.30 Intervento Compagnia d’arme Contemezzocuore.

Domenica 16 settembre

Alle 10 Apertura delle porte del Marchesato.

CAMPO DI MARTE (piazza Cavour). Dalle 9.30 alle 11 Training con Igor Parfentev (Buhurt Tech). Dalle 1 2° Torneo “Principessa Isabella” (scherma 1 contro 1 HMB e IMCF).

FRONTE MUNICIPIO. Alle 15 Saluto dei comuni del “Grande Feudo del Canavese” e presentazione del progetto  “Sulle tracce di Giovanni II Paleologo, Marchese del Monferrato e la Guerra del Canavese del XIV secolo. Percorsi culturali e non solo… attraverso il Canavese”. Alle 15.30 Macchine d’assedio: lanci col trabucco. Alle 16 Spettacolo di Giocoleria. Alle 18 Spettacolo di Giocoleria.

FOSSATO DEL CASTELLO. Alle 10 Inizio del 2° Torneo di Arceria “Conti di San Martino”. Alle 14.30 Ritrovo al castello e Inizio del grande gioco di ruolo per i bambini: arruolamento delle truppe, addestramento e gran finale con Battaglia al castello (su prenotazione). Alle 17 Dimostrazione di giochi medievali a cavallo. Alle 18 Falconeria. Alle 18.30 Grande Battaglia… riuscirà il Marchese a riconquistare il Castello di Volpiano?

PIAZZA DEI 4 TIGLI (piazza XXV Aprile). Dalle 10 alle 12 Torneo dei Fanti (mazza e scudo). Dalle 13 alle 17.30 Torneo di Hema in Armis. Alle 15 Spettacolo di giocoleria. Alle 17 Spettacolo di giocoleria.

PIAZZA DELLA FORZA (via Provana). Dalle 10 Prove di forza e di coraggio. Alle 16 Spettacolo di giocoleria. Alle 17 Spettacolo di giocoleria.

CHIESA DELLA CONFRATERNITA (via Umberto I, 2). Dalle 10 alle 18 Mostra sull’abbigliamento nel Trecento. Conferenze e didattica continua sul tema. Alle 17 Concerto del Coro Polifonico “Imago Vocis”.

CORTILE UMBERTO PRIMO (via Umberto I, 9). Dalle 10 alle 18 Mostra sulla Tortura ed Inquisizione.

SALA DELLA BIBLIOTECA (via Carlo Botta, 26. Dalle 10 alle 18 Mostra Armi ed Armature.

SALA GUGLIELMO DA VOLPIANO (vicolo Fourat 2). Dalle 10 alle 18.30 Conferenze.

VIA RE ARDUINO – VICOLO SAN FRANCESCO. Dalle 14 Visita al lupanare.

 

Come accedo al borgo medievale?

La manifestazione sarà a numero chiuso, con un massimo di 8mila presenze contemporanee al giorno. Costo del biglietto sarà 5 euro, ma entreranno gratuitamente i residenti volpianesi (è richiesta l’esibizione della Carta di Identità per ottenere l’accesso gratuito all’evento), disabili in carrozzina e bambini di altezza inferiore ai 130 cm fino ad un massimo di 3mila accessi al giorno. I residenti all’interno della manifestazione saranno dotati di pass speciale che consentirà accesso incondizionato all’area.

Anche coloro che usufruiranno della gratuità dovranno ritirare alle porte un biglietto ingresso identificato con “Omaggio”. I Biglietti possono essere acquistati esclusivamente in loco alle tre porte di ingresso: PORTA PRINCIPALIS: Via Umberto I n°12;  PORTA COLOMBERA: Via Lombardore n°5; PORTA RUVEI: Via Garibaldi n°12.

Le porte avranno un accesso preferenziale per i residenti volpianesi. Il biglietto dovrà essere conservato per tutta la durata della manifestazione (in caso di controllo delle autorità preposte, la mancata esibizione del biglietto comporterà sanzione amministrativa). Nelle settimane dopo la manifestazione, i biglietti potranno essere utilizzati in alcuni esercizi commerciali del paese e circondario per usufruire di sconti creati ad hoc. Sarà possibile per chi ha acquistato il biglietto uscire dall’area della manifestazione e rientrarvi esibendo il biglietto stesso. Il rientro è condizionato dal flusso di presenze, essendo l’evento a numero chiuso. Pertanto lasciando la manifestazione non si può garantire la possibilità di rientrarvi in maniera incondizionata. All’interno della manifestazione sarà vietato fumare.

Durante il De Bello Canepiciano verranno effettuate riprese fotografiche a audiovisive che verranno utilizzate a scopo promozionale per le successive edizioni. Come previsto dalla normativa, acquisto il biglietto si autorizza, con tacito assenso, l’associazione “Circolo Culturale Tavola di Smeraldo” all’utilizzo delle stesse.

 

I bambini giocano alla Battaglia del Castello

Una grande avventura guidata dalla Compagnia di San Giorgio e il Drago condurrà anche per la prossima edizione del De Bello Canepiciano i più giovani in un gioco straordinario.

Il 16 settembre a Volpiano, durante la biennale Festa Medievale che mette in scena la guerra del Canavese, ben 130-140 bambini saranno coinvolti in un vero gioco di ruolo della durata di circa tre ore. Il percorso prenderà inizio con la vestizione dei cavalieri passando attraverso l’addestramento alla guerra per terminare con la messa in scena di una grande battaglia alle pendici del castello volpianese. Colpi di scena a più non posso e  il coinvolgimento di alcuni geitori saranno gli ingredienti più spettacolari.

I bambini verranno suddivisi in squadre/gruppi e giocheranno per le vie del paese, partendo dal castello e ritornando al castello per la battaglia finale e l’incoronazione del vero Re. Alcuni genitori verranno coinvolti nel gioco.

L’avventura in costume è un nuovo modo di giocare ed imparare. Un’esperienza che consente ai partecipanti di immedesimarsi totalmente in un personaggio storico o leggendario e vivere un’avventura in un’epoca e luogo immaginario. La principale caratteristica che contraddistingue questa tipologia di attività da tutti gli altri giochi, è l’assenza di competizione tra i singoli bambini: i personaggi coinvolti nell’avventura rappresentano un gruppo compatto che deve collaborare per raggiungere uno scopo; viene quindi a cadere il classico concetto di rivalità che caratterizza le gare tradizionali. Si crea, per contro, un forte spirito di gruppo che aumenta le possibilità d’aggregazione tra i bambini: in questo senso possiamo attribuire all’avventura in costume una capacità educativa. Giocare in tanti è bello ed esaltante, soprattutto se è dato spazio all’immaginazione ed alla dimensione dell’avventura. Inoltre l’ambiente storico in cui è collocata ogni grande avventura crea l’atmosfera giusta per imprimere nella mente dei partecipanti un ricordo, oltre che gioioso ed emozionante, ricco di riferimenti storici, spesso difficili da trasmettere a bambini e ragazzi durante le ordinarie lezioni frontali in aula.

L’appuntamento è alle 14.30 al fossato del Castello in Via Bertetti 18. Il gioco prenderà ufficialmente il via intorno alle 15 e coinvolgerà per circa tre ore bambini dai 5 ai 14 anni. Per info e iscrizioni scrivere all’indirizzo di posta elettronica tavoladismeraldo@msn.com oppure visitare alcuni negozi e attività commerciali di Volpiano. È anche possibile telefonare al 347.6826305 (Katia Somà).

 

De Bello Canepiciano e… sport

Il De Bello Canepiciano schiera in campo un’importante offerta in abito sportivo. Infatti a Volpiano si disputerà la prima giornata del campionato Italiano di scherma storica in armatura conosciuto come HMC (Historical Marzial Combat), sport da combattimento riconosciuto da CSEN e OPES (Enti di promozione sportiva affiliati al CONI). Si tratta della apertura ufficiale di una vera e propria coppa Italia che vedrà ben 6 squadre italiane sfidarsi per 4 tappe. Dopo Volpiano infatti gli atleti si incontreranno a Pisa, Roma e Urbino. I primi tre classificati alla coppa italia si aggiudicheranno la possibilità di rappresentare il nostro Paese ai campionati del mondo 2019 previsti per i primi di Maggio in Serbia.

L’HMC prevede incontri a squadre e duelli. Nella specialità a squadre gli incontri avvengono schierando in campo 5 elementi, 10, 15 o 21. A Volpiano si potrà assistere ad un torneo a squadre di 5 elementi ed uno con 10. In realtà il torneo prevede la partecipazione di altre squadre provenienti dall’Europa ed è stato riconosciuto dalla federazione europea denominata Buhurt League. Gli atleti saranno sottoposti dunque ad un grande stress poichè il titolo che dovranno rincorrere sarà contemporaneamente nazionale ed europeo.

Si tratta di uno sport da combattimento con grande impatto fisico e l’utilizzo di armi (di acciaio ma non affilate) molto pesanti, contribuisce sia alla sua spettacolarità che al grande rischio legato ai traumi cui si è sottoposti. L’obiettivo dei contendenti e far cadere a terra gli avversari e questo lo si può ottenere in qualsiasi modo. Sono pochi i colpi proibiti ma sono puniti severamente dagli arbitri. Arbitri che a Volpiano giungeranno da tutta Europa costituendo un team arbitrale di tutto rispetto: ci saranno un arbitro dall’Ucraina, uno dalla Russia, uno francese e due italiani. Se i tornei a squadre occuperanno tutta la gornata del sabato 15 fino a tarda sera, i duelli uno contro uno si disputeranno la domenica 16 dal mattino al tardo pomeriggio. Partecipano atleti dalla Svizzera, Francia, Ucraina, Germania, Inghilterra e si affronteranno utilizzando armi diverse: spade, scudi, bardiche. Importante presenza nel campo di gara volpianese sarà la compagine femminile di questo sport con due atlete italiane, già medaglia di bronzo ai mondiali di Barcellona del 2017.

Se tutto ciò si svolgerà in PIazza Cavour, per l’occasione denominata Campo di Marte, ben altri tre tornei si disputeranno in Piazza XXV Aprile, denominata Piazza dei 4 Tigli: il tradizionale torneo di Volpiano, in armatura Trecentesca, con spada lunga sempre a contatto pieno (giunto alla sua 5 edizione), Hema in armis, una nuova specialità con tecniche in armatura assai complesse e il torneo dei Fanti, una competizione che potremo definire più leggera in cui è previsto soltanto l’uso di bastone e scudo. Insomma due giorni di grande spettacolo storico e sportivo, sotto l’egida delle federazioni sportive italiane ed internazionali che hanno portato le arene di Volpiano sotto i riflettori di tutta l’Italia e quest’anno anche di molti paesi Europei.

Un grande evento… ma a formato famiglia

Questa quinta edizione vuole celebrare il decennale del progetto “De Bello Canepiciano”, un progetto culturale di studio e ricerca sugli avvenimenti storico culturali della guerra del canavese del 1300.

L’area dell’evento si è estesa molto dalla prima edizione e quest’anno vedrà al suo interno moltissime attività culturali e ricreative rivolte a tutte le età. Spesso inserite nel tessuto dell’evento, molte delle attività costituiscono un vero e proprio percorso di gioco come il goliardico percorso a tappe per adulti per diventare Cavalieri del Sovrano e Sacrissimo Ordine del Cigno Zoppo…  Molto ricca sarà l’offerta legata agli spettacoli proposti: giocoleria, musica itinerante, trampolieri e mangiafuoco si alterneranno in un continuo susseguirsi di colpi di scena senza eguali per terminare con il grande spettacolo notturno del sabato sera. Quasi 400 figuranti fra armati, popolani, antichi mestieri e scene di vita quotidiana, allestiranno un autentico villaggio tipico dell’epoca. Si tratterà di uno scorcio storico molto particolare in cui sarà possibile entrare in prima persona negli accampamenti per visite guidate e vivere esperienze e situazioni proiettati nel XIV secolo. Il Marchese del Monferrato Giovanni II Paleologo conquista Volpiano nel 1339 e vi pone le basi per la conquista del Canavese: ecco che vi sarà un vero e proprio accampamento militare con tanto di macchine d’assedio (trabucchi), tende, cavalli, arene da combattimento… E per le pause? sarà possibile rifocillarsi nelle tipiche taverne medievali allestite per l’occasione con proposte di cucina semplice e stuzzichevole: la stupenda Taverna di San Carlo, la frizzante Taverna di San Maurizio sotto le Stelle, la caratteristica Taverna del Vialot (teatro di un goliardico torneo notturno a sorpresa…) e la storica Taverna di Sir Riboldi e molte altre possibilità di godersi un pizzico di soddisfazione eno gastronomica durante il percorso della festa faranno dell’evento un momento unico ed irripetibile. Lungo le strade e nei vicoli ci saranno la taverna San Grato con le sue stupende carni alla brace, la Taverna San Pietro con la tipica Fonduta valdostana e, proprio come era “di moda” un tempo, fritture da passeggio e un buon boccale di birra da gustare fra mercanti, giocolieri, armati e donzelle.

Conferenze e mostre

Grande spazio è dedicato alla cultura con conferenze e mostre espositive: la mostra sulla “Tortura, stregoneria ed Inquisizione” a cura del Centro Ricerche e Studi sulla Stregoneria in Piemonte, la straordinaria mostra sull’ “Abbigliamento e moda nel XIV secolo” a cura di Samby – Ceazioni Sartoriali,  le mostre sulla storia del “Marchese Giovanni II Paleologo del Monferrato” e “Armi ed armature” a cura del Circolo Culturale Tavola di Smeraldo sono solo 4 delle molte possibilità di incontrare momenti di approfondimento storico nel De Bello Canepiciano. Le conferenze per questa celebrazione del decennale hanno raggiunto un livello eccellente: organizzate in collaborazione con la Associazione Terra di Guglielmo di Volpiano (TO) si svolgeranno al Palazzo Oliveri (Vicolo Fourat) e toccheranno tematiche interessantissime: dalla sessualità alla tintura dei tessuti, da tematiche di archeomedicina alla stregoneria, la morte nel medioevo, alimentazione ed arte della guerra. Uno sguardo speciale verrà dedicato al Millennio della nascita dell’ordine Templare con la rassegna “I Templari: storia, mito e mistero”, realizzata in collaborazione con la casa editrice e centro studi Yume srl di Torino. Tutte le conferenze sono presenti con note sugli autori e contenuti nel ricco evento Facebook “Conferenze – De Bello Canepiciano”.

Annullo filatelico

La domenica dalle 11 alle 17 sarà un momento importante per gli appassionati di Filatelia e Marcofilia. Il nuovo timbro postale riportante la data della quinta edizione del De Bello Canepiciano sarà associato all’immagine di una moneta emessa durante il governo di Giovanni II Paleologo, Marchese del Monferrato. Sarà possibile acquistare le cartoline in loco al costo di 2,5  eurocompreso il francobollo da 0,45 euro. Le cartoline sono state stampate con due immagini: quella dell’edizione 2010 e quella dell’edizione 2018.  Per ogni immagine esiste una numerazione da 1 a 1000. Negli anni futuri oltre a quella dell’edizione in corso verrà stampata una cartolina di edizioni passate creando una vera e propria collezione. E’ possibile acquistare le sole cartoline al costo di 2 euro. Le cartoline saranno disponibili già sabato.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. E adesso parla Cimadom: “Manital non è in perdita!” (intervista)

C’è un’azienda. Si chiama Manital. Ha i bilanci in ordine ma non riesce a pagare …

CHIVASSO. Luca Garritano, artigiano orafo a cavallo fra tradizione e innovazione

Nell’era della tecnologia e del virtuale, dove si sta sempre più perdendo il contatto con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *