Home / Torino e Provincia / Settimo Torinese / VOLLEY. Lilliput Settimo: la serie A2 è ora realtà
Tribune gremite per la Lilliput

VOLLEY. Lilliput Settimo: la serie A2 è ora realtà

Una serata magica, dalle emozioni forti, quella vissuta sabato 30 maggio al PalaSanbenigno di Settimo Torinese dai tantissimi presenti. Gara 3 della finale play off di serie B1 femminile verrà portata per sempre nel cuore da tutte le persone che compongono la famiglia Lilliput. Certo, una vera e propria famiglia, formata da grandi e piccini, proprio come ogni famiglia che si rispetti, ognuno con il suo bagaglio d’esperienza da mettere a disposizione delle nuove generazioni o con l’entusiasmo di chi smania dalla voglia di crescere e diventare grande, di affermarsi, mettendosi a caccia di importanti traguardi. Sognare è concesso a tutti, a qualsiasi età, e farlo ad occhi aperti, avendo accanto le persone a cui si vuole bene, è ancora più bello. Passeranno gli anni, ci saranno nuove sfide da affrontare, ma la certezza è che ripensando alla storica promozione in serie A2 della Lilliput Settimo si avrà ancora a lungo la pelle d’oca e si ricorderanno gli abbracci forti dati ai propri compagni di viaggio, quegli abbracci in cui tensione e gioia sfrenata si fondono insieme, dando vita ad una passione viscerale, di quelle che ti accompagnano tutta la vita… Di parole in queste circostanze se ne possono dire in quantità industriale, ma è giusto, oltre che doveroso, lasciare spazio ai protagonisti di questa impresa che ha dell’incredibile. La Lilliput Settimo è in serie A2!!!!! Bisogna ripeterlo più volte e strabuzzarsi gli occhi per credere che sia successo veramente. Asciugarsi le lacrime di gioia, sedersi un attimo e respirare a fondo. La Lilliput Settimo è in serie A2!!!!! Gianfranco Salmaso, Ermes per tutti, non è solo il team manager biancoblu, è il capofamiglia della Lilliput. In questo momento splendido il suo primo pensiero corre alla moglie Pasquina Rizzi, la presidente di questa bella realtà pallavolistica: “Festeggiamo in questi giorni il nostro 44° anniversario di matrimonio e non poteva esserci regalo migliore”. Matrimonio, famiglia: valori forti e sani sui quali si fonda la Lilliput, delle certezze: “Siamo una famiglia e facciamo pallavolo non come i professionisti, ma con professionalità. Le ragazze sono state bravissime, fantastiche: ad inizio anno, se devo essere sincero, non ci credevo davvero. Dopo l’epilogo amaro della scorsa stagione ero scettico e mi interrogavo se questo gruppo potesse riprendersi da una delusione così cocente. Pensavo che queste ragazze volessero sparire, andare via, dopo aver accarezzato a lungo un sogno come la conquista della promozione in serie A2 ed essersi svegliate bruscamente sul più bello. Invece sono rimaste tutte con ancor più motivazioni e di questo sarò loro grato per tutta la vita. Massimo Moglio e soprattutto Marcello Capucchio la scorsa estate mi convinsero di puntare di novo su questo gruppo e hanno avuto ragione!”. La chiosa è graffiante, in perfetto stile Salmaso: “Si dice che la più grande soddisfazione sia quella che deve ancora venire, ma da quando ho iniziato a muovere i primi passi nella pallavolo questa è senza dubbio la gioia più grossa, in quanto in pochissimi se l’aspettavano davvero. Il futuro? C’è da pensare subito al Palazzetto, poi si farà il resto”. A tal riguardo, l’assessore allo Sport Antonello Ghisaura sul finire del mese di aprile si era espresso così: “A breve termine stiamo valutando la possibilità di modificare il PalaSanbenigno per poter ospitare eventuali partite di serie A2. Non abbiamo una strada prioritaria, siamo aperti a più di una soluzione e speriamo di avere presto questo problema da gestire sulla scrivania di tutti”. Un altro mese è passato e in tanti attendono di conoscere come si evolverà questa situazione… Massimo Moglio, capo allenatore della prima squadra della Lilliput e supervisore del settore giovanile biancoblu, oltre che tecnico dell’Under 16 neo campione regionale e attesa dalla partecipazione alle Fasi Nazionali di categoria, ha ben chiaro quale sia stato il vero motore della promozione in A2, il gruppo: “Questa è la vittoria del gruppo! Siamo riusciti a superare le difficoltà che si sono presentate sul nostro cammino allenandoci sempre duramente, merito soprattutto delle ragazze e della loro grande voglia di migliorare continuamente e sudare in palestra: ad inizio stagione puntavo ad avere delle conferme e la qualità del lavoro svolto, unita ad una grande serenità e determinazione, ci ha permesso di raggiungere questo risultato”. Cristiano Giribuola, il vice allenatore della formazione di B1, ancora fatica a crederci: “E’ stata una stagione stupenda, ma allo stesso tempo difficile. Questo però è un gruppo fantastico, con un carattere eccezionale. Sappiamo tutti come vincere sia difficile e ripetersi lo sia ancor di più, ma i sogni è giusto viverli e ora siamo in serie A2!”. Il direttore sportivo Marcello Capucchio, a detta di tutti, ci ha creduto sin dal giorno seguente all’epilogo della scorsa stagione. “Assolutamente sì, ho sempre creduto in queste giocatrici e nella possibilità di migliorare un’ottima stagione come quella passata, nonostante il finale ovviamente. Sono contento per le ragazze, per Moglio, per Giribuola, per il Pres, per tutti noi”. Infine, capitan Marianna Bogliani, a nome di tutte le compagne, esprime le emozioni e la gioia del gruppo: “Il più grande merito di questa società è l’aver creduto che la strada giusta per raggiungere un sogno sia proprio lo spirito di squadra. E che squadra la nostra: dalle più giovani alle veterane! Grazie”.

Commenti

Blogger: Glauco Malino

Glauco Malino
Tutti pazzi per lo sport

Leggi anche

SETTIMO. Il Consiglio comunale ritorna a distanza, Cirillo non è d’accordo: “Assurdo”

È polemica sulle modalità di svolgimento del consiglio comunale. Giovedì pomeriggio, infatti, il parlamentino tornerà …

SETTIMO. La minoranza si spacca sull’isola pedonale: i 5Stelle approvano

Si spacca la minoranza sulla pedonalizzazione del tratto di via Italia, tra via Matteotti e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *