Home / In provincia di Torino / VIÙ. Si è concluso il concorso presepi per le scuole

VIÙ. Si è concluso il concorso presepi per le scuole

Anche quest’anno si è svolto il tradizionale concorso dedicato alla presepistica, promosso dalla Pro Loco di Viù , che trasforma il Comune e le sue frazioni nella “Valle dei Presepi”. Un bando aperto a tutte le scuole elementari e medie dei territori circostanti.

Obiettivo numero uno è stato quello di chiedere ai giovani allievi di dare una propria personale interpretazione ad uno degli elementi della tradizione natalizia, usando materiali quali carta, cartone, plastica e materiali di riciclo, piuttosto che stoffa, sughero, polistirolo, pietra.

I presepi, che sono stati esposti dallo scorso 8 dicembre, sono stati votati da una giuria “di qualità”, che ha espresso le proprie valutazione in base all’originalità del soggetto, ambientazione, elementi artistici oltre che dai residenti e dai turisti che in questi giorni di festa sono saliti in paese per godere di alcuni giorni di riposo. I voti popolari sono stati oltre 125.

Sulla base dei giudizi combinati delle votazioni della giuria tecnica e delle schede, gli organizzatori hanno comunicato la lassifica finale.  Al terzo posto “In viaggio per vedere Gesù” della scuola paritaria dell’fnfanzia   Chiariglione di Ciriè, al secondo posto “Un presepe stellato” della scuola paritaria dell’Infanzia “V.Virando” di Viù, al primo posto “Natale in arte” della scuola primaria di Viù.

Tutti i vincitori sono stati premiati con un attestato ed un piccolo riconoscimento economico, da utilizzare per l’acquisto di materiali utili alla didattica.

Alla premiazione, svoltasi presso il Centro Polifunzionale, erano presenti il sindaco d Viù, Daniela Majrano, e la vicepresidente della Pro Loco, Laura Aires, che hanno sottolineato come “iniziative come quella dei Presepi in Val di Viù hanno l’obiettivo di valorizzare gli aspetti cultuali e della tradizione delle nostre Valli, che dimostrano di essere capaci di offrire una attrattiva turistica qualificata non solo durante l’estate ma anche nei mesi invernali”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. E adesso parla Cimadom: “Manital non è in perdita!” (intervista)

C’è un’azienda. Si chiama Manital. Ha i bilanci in ordine ma non riesce a pagare …

CHIVASSO. Luca Garritano, artigiano orafo a cavallo fra tradizione e innovazione

Nell’era della tecnologia e del virtuale, dove si sta sempre più perdendo il contatto con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *