Home / Dai Comuni / VIÙ. Guerci: “Per noi è stata l’estate della rinascita”
guerci viù
Alberto Guerci, vice sindaco di Viù

VIÙ. Guerci: “Per noi è stata l’estate della rinascita”

Un vero e proprio successo l’estate della valle di Viù con migliaia di turisti e residenti che hanno avuto la possibilità di godere appieno del territorio nonostante le direttive anti-covid. A luglio è stata inaugurata la residenza teatrale di Bertesseno, che con cadenza periodica ha proposto spettacoli all’aperto legati al territorio.

La pulizia dei sentieri che ha coinvolto le istituzioni con piani di manutenzione assegnati e squadre di volontari e associazioni ha permesso di poter di nuovo godere di passeggiate ed escursioni partendo dal centro di Viù e di far scoprire le bellezze della valle. Non solo a piedi, ma anche con le bici, in questo caso le ebike.

Anche il vice sindaco Alberto Guerci ha voluto cimentarsi nelle escursioni a due ruote con la pedalata assistita: «Con un gruppo di amici abbiamo ricevuto questo “battesimo” con una pedalata dai Tornetti a Pian Fum. Sembrava un’impresa alla portata di pochi atleti allenati e invece ci siamo divertiti tantissimo scoprendo la bellezza di questi mezzi e delle nostre montagne al tramonto!».

I colori del tramonto non sono stati gli unici protagonisti dell’estate viucese: grandi e piccini si sono infatti scatenati durante la manifestazione “ColoRUNdo Viù” che ha avuto il suo culmine, dopo un pomeriggio di sole e colori, alla piscina “Vertical blu” con la sfilata e la premiazione delle squadre più fantasiose.

Per i più tranquilli e dediti alle letture i Caffè Culturali di Viù hanno proposto due appuntamenti nella splendida cornice del giardino di Villa Franchetti: il primo ha visto il giornalista Beppe Gandolfo presentare il suo volume “Un anno in Piemonte” con gli interventi di un pubblico attento e le domande dei due moderatori: Guerci e lo storico e divulgatore Alessandro Mella.

Il secondo appuntamento dei Caffè Culturali ha visto come protagonista l’imprenditore Mauro Esposito con il suo libro “Le mie due guerre”; a moderare l’incontro sempre Guerci, questa volta in compagnia dell’architetto Roberto Donadio. Sempre  a Villa Franchetti si è tenuto il concerto del Corpo Musicale Alpino di Ceres con un concerto dalla scaletta varia e molto apprezzata dal pubblico presente.

«È stata un po’ l’estate della rinascita in tutti i sensi – conclude Guerci -. C’è stata la rinascita della socialità dopo i mesi di lockdown, abbiamo visto la gioia dello stare insieme, del ritrovarsi a partecipare alle iniziative seppur con le dovute misure anti-covid che abbiamo sempre osservato con cosciente e severa attenzione e poi c’è stata la rinascita dell’imprenditoria locale con l’apertura di nuove attività in paese che stanno dando ottimi risultati e fanno guardare al futuro con ottimismo e soddisfazione. Vorrei con sincero orgoglio complimentarmi con l’amministrazione comunale di cui faccio parte e con le associazioni perché tutte le cose belle che abbiamo fatto e che faremo a Viù sono frutto di una visione comune volta ad accogliere e includere chi ci viene a trovare e a rendere più bella la vita della comunità, con l’entusiasmo e dimostrando che l’impegno e la passione rendono possibile il superamento di ogni grave difficoltà, anche epocale come quella che stiamo ancora vivendo tutti, addirittura trasformando in occasione di crescita ciò che potrebbe essere devastante».

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

FOGLIZZO. Nel 2021 partirà il recupero del Mulino Querio

FOGLIZZO. Nel 2021 partirà il recupero del Mulino Querio Il 2020 si è ormai concluso …

lemie lisa

LEMIE. Niente terzo mandato per Lisa: “Non sono più un giovincello…”

Adesso è certo. Giacomo Lisa, sindaco 76enne di Lemie, non si ricandiderà per cercare di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *