Home / Dai Comuni / VISTRORIO. Omicidio Moschini, l’imputato rischia l’ergastolo

VISTRORIO. Omicidio Moschini, l’imputato rischia l’ergastolo

Rischia l’ergastolo Alberto Diatto, 61 anni di Biella, per l’omicidio di Roberto Moschini, il sessantenne di Vistrorio ucciso il 19 luglio del 2019 con un punteruolo.

Questa mattina, in tribunale a Ivrea, il gup Marianna Tiseo, al termine dell’udienza preliminare, ha riconosciuto l’aggravante della premeditazione.

In questo modo, secondo la nuova legge in vigore dallo scorso aprile che esclude lo sconto di un terzo della pena per i delitti puniti con l’ergastolo, i legali dell’imputato non hanno potuto richiedere il giudizio con rito abbreviato.

Il processo si terrà quindi davanti alla corte d’Assise di Ivrea presieduta dal giudice Vincenzo Bevilacqua. Prima udienza il 27 ottobre.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO. Una nuova ciclofficina al Parco De Gasperi

Un luogo dove, partendo dalla passione per la bicicletta, ci si incontra, si aggiustano cose …

SETTIMO. Legambiente: “Speriamo che venga rimosso il divieto di circolare con le biciclette”

Legambiente Settimo ha raccolto le segnalazioni di alcuni cittadini e ha ribadito la necessità di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *