Home / BLOG / Virus e chiacchiere! – Le virtù patrie e la pietà congiunta!

Virus e chiacchiere! – Le virtù patrie e la pietà congiunta!

Virus e chiacchiere!
Eccoci qua, la cosiddetta emergenza Coronavirus continua ad emettere i suoi tristi aggiornamenti nonostante pare siamo passati alla fase due peccato che il virus non sia stato informato. Leggo sui media di affermazioni negazioniste, che adesso vanno per la maggiore dopo l’epopea dei giudici con Mani Pulite e gli eletti dal Popolo stanno nell’angolo timorosi di prendere decisoni ma creando sottocomitati dei comitati. Come detto non sono né esperto né tuttologo terrapiattista ma per rispetto dei morti che abbiamo avuto e del dolore delle famiglie basta parole! Di parole se ne sentono troppe molte ma i fatti stanno a zero, con le chiacchiere qualsiasi misura va bene, e cosi diamo prova di italiana inettitudine perdendoci in cavilli burocratici e polemiche politiche da pollaio. Penso sia ora di fare e parlare di meno per dare valore nei fatti alla salute di tutti noi, ad un nuovo modo di confrontarci ed a una nuova stagione di umana convivenza tra di noi. Adesso non mi interessa di chi è la colpa, se potevano fare qualcosa prima o se è stato fatto tutto bene. Adesso per rispetto delle famiglie che hanno avuto dei lutti e di quei morti per la maggior parte anziani che lasciando questa terra hanno lasciato un grande vuoto della loro tradizione orale, è ora di fare e non inutili chiacchiere. Basta i due tormentoni di questo interminabile momento: “#iorestoacasa” e “#andràtuttobene” ora servono fatti concreti, la pazienza e la sopportazione degli italiani ha un limite e non solo la visibilità di qualche politico del momento!
Favria, 9.05.2020 Giorgio Cortese

Se certi giorni continua a piovere sui miei sogni, guardo oltre le nubi e vedrò l’arcobaleno.

Le virtù patrie e la pietà congiunta!
In questi giorni si parla molto di congiunti con il recente decreto, ma chi sono i congiunti? Dal vocabolario Treccani, la parola congiunto deriva dal lemma latino coniunctus e può avere la doppia valenza di aggettivo e sostantivo maschile e deriva dal participio passato di congiungere. Viene usato come aggettivo con il significato di unito, ad esempio mani congiunte o in banca per indicare un conto corrente intestato a più persone. Inoltre, l’aggettivo congiunto viene usato in economia per indicare beni economici risultanti da un unico processo produttivo, in musica e nel divorzio e nella separazione fra coniugi per indicare l’affidamento dei figli ad entrambi i genitori. Come sostantivo, la parola congiunto indica l’avere un parente, il più delle volte con uno stretto vincolo familiare. Celebre anche il verso di Foscolo: “Le virtù patrie e la pietà congiunta”, ovvero verso i congiunti. In piemontese ci sono le congiunzioni dichiarative, dato che siamo nel tema dell’autocertificazione: che, cum cume. Il verbo di modo finito introdotto da una congiunzione dichiarativa può essere all’indicativo, al congiuntivo o al condizionale, tutto dipende da come la proposizione reggente presenta il fatto. Se esso è reale si usa l’indicativo, se è possibile il condizionale, mentre se dubbio, nella preposizione indicativa si userà il congiuntivo. Il congiuntivo che congiunge congiunto con congettura, coinvolgendo congiunzione congeniale creando confusione con confutazione conforme coronavirus. Concludo con questa frase piemontese sempre con la congiunzione dichiarativa: “ a dis ch’a part par per Turin! A l’hai ripetute mila vire cum bzogna fé, adess lon c’a l’han vist a dimustra cume tuca sté atent con ‘l atesté.
Favria, 9.05.2020 Giorgio Cortese

Ogni giorno è sempre primavera quando sboccia un sorriso sul viso di chi prova, ogni giorno, a fare di una nuvola un gomitolo di speranza.

Commenti

Blogger: Giorgio Cortese

Giorgio Cortese
Vivere con ottimismo

Leggi anche

MAZZÈ – CALUSO – RONDISSONE. I sindaci chiedono di escludere il chivassese dai siti “potenzialmente idonei”

Un Consiglio comunale a tre, quello che si è tenuto giovedì scorso, 14 gennaio, all’oratorio …

PONT. Una bella festa per Sant’Antonio, nonostante l’emergenza

Si è svolta domenica scorsa a Pont, malgrado le difficoltà inevitabili in un’epoca come quella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *