Home / Dai Comuni / VIALFRE’. In pieno lockdown ha riaperto l’unico negozio del paese
Sonia Palvario
Sonia Palvario

VIALFRE’. In pieno lockdown ha riaperto l’unico negozio del paese

Chiuso a dicembre l’unico negozio del paese, Vialfrè si è trovata ad affrontare il lockdown senza neppure la possibilità di fare la spesa tutti i giorni.

Per limitare il disagio il sindaco, Pietro Gianoglio Vercellino, ha stretto un accordo con alcuni ambulanti che una volta a settimana, portavano beni di prima necessità. Ma nella quotidianità, il paese s’è ritrovato senza pane fresco e senza latte.

Ed è anche per questo motivo che l’apertura del nuovo negozio, il “Bugianen”, è stata accolta come una ventata d’aria fresca.

“Nel periodo gennaio e febbraio – spiega il sindaco –  sono pervenute alcune proposte per la riapertura dell’esercizio commerciale in questione. Infine è emersa la volontà di Sonia Palvario, residente a Castellamonte e già titolare in precedenza di attività commerciali nel comune di residenza, che dopo aver perfezionato la procedura sia con il vecchio gestore sia con la proprietà dell’immobile, ha confermato la sua disponibilità all’apertura nei primi giorni di aprile, dopo aver adempiuto a tutte le incombenze burocratiche relative alle autorizzazioni”.

La riapertura ha, purtroppo, subito un ritardo dovuto proprio all’emergenza Coronavirus e alla chiusura degli uffici.

Il Covid-19 – precisa Vercellino – ha creato ritardi sull’iter autorizzativo e stravolto le date di apertura, con conseguente proroga a data da destinare”.

Finalmente lunedì scorso, 11 maggio, il negozio ha aperto.

Si tratta di un minimarket dove si può trovare un po’ di tutto. Il nome scelto è “Bugianen”.

Un nome più che appropriato – commenta il sindaco – vuol significare proprio “non muoverti che ci penso io a servirti tutto quello che ti serve almeno per quanto riguardano i generi di prima necessità e non solo” proprio in considerazione della oggettiva realtà delle piccole comunità locali, a cui noi facciamo parte, ma con una conseguente contesto paesaggistico naturale ancora incontaminato e molto apprezzato da coloro che hanno la fortuna di visitarlo”.

Nelle intenzioni della nuova gestione, c’è proprio la volontà di fornire un servizio anche a domicilio specialmente per quelle situazioni emergenziali o per soggetti aventi difficoltà deambulatorie.

Certamente le persone, in questo periodo e fino a quando la situazione emergenziale dovuta al Covid 19 non sarà cessata dovranno pazientare, in caso di assembramento, e mantenere le debite distanze oltre che essere muniti di mascherina e guanti, in quanto l’acceso all’interno del locale sarà permesso ad una sola persona alla volta – precisa il sindaco che aggiunge -.S

arà certamente importante in questa prima fase di apertura/avviamento la reciproca conoscenza in termini di domanda ed offerta.

Dovrà il nuovo gestore avere la bontà di percepire i gusti del cliente e trasferirli nella scelta della merce più opportuna che possa soddisfare il gusto dell’utente”.

Commenti

Blogger: Maria Di Poppa

Maria Di Poppa
Letteralmente

Leggi anche

VENARIA. La Reale piange Giuseppe Ciulla

Ha lottato per quattro interminabili mesi contro quel bastardo del Coronavirus. Cambiando ben quattro ospedali …

CUORGNE’. La minoranza non c’è, questa volta il Consiglio non salta

Nella seduta di mercoledì 5 agosto il consiglio comunale di Cuorgnè ha approvato i provvedimenti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *