Home / In provincia di Torino / VIALFRE’. Edizione record dell’Arff a Pianezze

VIALFRE’. Edizione record dell’Arff a Pianezze

In archivio una splendida undicesima edizione dell’Arff nella suggestiva cornice dell’area naturalistica Pianezze di Vialfrè. Le quattro giornate dell’Alpette Rck Free Festival, rinominato Apolide Rock Free Festival, andate da giovedì 24 a domenica 27 luglio, hanno riscosso un’affluenza notevole, migliaia e migliaia di persone, sebbene fosse ben dura riempire una zona così vasta. La serata di sabato, soprattutto, ha registrato il pienone. Sul palco gli Etruschi from Lakota, vincitori del Premio Buscaglione, e Marta sui Tubi, reduci da Sanremo e autori del singolo “Salva Gente” appena uscito con il Maestro Franco Battiato. Pubblico in visibilio anche per I Monaci del Surf, trio rock’n’roll e Dj Nikki. Musica fino a tarda notte a Vialfrè e attività già dal mattino, tra la Main Area, dove hanno avuto luogo i concerti, e la Boobs Area, dove si sono articolare proposte quali yoga, shiatsu, reading, concerti acustici, teatro, djset. Altri spazi dedicati a proiezioni, sonorizzazioni dj and producer, postazione merchandising, mercatino, e naturalmente l’Area Food & Beverage, dall’alba per la colazione fino a notte fonda. Pianezze ha offerto ai visitatori ampia possibilità di parcheggio e di campeggio, in un’edizione sperimentale da record, considerato che il Festival era stato annullato a solo un mese dalla programmazione, a causa di vincoli troppo stringenti imposti di punto in bianco e l’Associazione To Locals ha trovato all’ultimo un salvagente grazie alla disponibilità del piccolo comune di Vialfrè. E per il prossimo anno c’è già l’idea di replicare a Pianezze.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

polfer

CHIVASSO. Furti rame su tratte Fs, tre denunce in Piemonte

Diciannove ispezioni, 62 persone controllate, tre denunce. Sono i numeri del settore piemontese di Oro …

PINEROLO. Natale: luci e decorazioni ‘pericolose’, interviene la Gdf

Luci natalizie pericolose sono state sequestrate dalla Guardia di finanza di Torino a San Secondo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *