Home / Torino e Provincia / Castellamonte / Via la casetta di Babbo Natale a Castellamonte. “Frohe Weihnachten”
Castellamonte
Castellamonte

Via la casetta di Babbo Natale a Castellamonte. “Frohe Weihnachten”

Quando quelli dell’Anpi han visto la casetta di Babbo non sono riusciti a trattenersi. “Via quella casetta…” avrebbero cominciato a dire. E poi su in Comune a protestare con mezzo mondo. “Vi denunciamo. Vi quereliamo…”. Motivo di tanto accanimento? Stava oscurando il monumendo di piazza Martiri. Questo è quanto si racconta in giro per il paese e questo è anche un po’ quello che ha scritto sull’edizione di ieri il quotidiano La Stampa. In realtà l’Anpi con tutta questa storia, ci azzecca come i cavoli a merenda e chi conosce un po’ i soci Anpi, lo sa. A piantare su un casino che non finiva più sarebbe stato un cittadino di orgine tedesca, che è già un bel da dire considerando che la statua è dedicata ai partigiani che contro la Germania combatterono e morirono. Fatto sta ed è che a Castellamonte in tanti sanno dire chi è questo signore ma nessuno si ricorda il nome. “Mentre la montavamo – racconta Alessandro Chiantaretto vicepresidente della Pro Loco – Ci ha chiesto se non ci vergognavamo. Ci ha detto che ci avrebbe denunciato perchè stavamo oscurando il monumento dei caduti. Da qui è nato tutto. Noi abbiamo pensato che fosse l’Anpi ma poi l’Anpi ci ha assicurato che mai e poi mai avrebbe messo i bastoni tra le ruote alla festa. Insomma: uno solo. E noi per non creare dissapori abbiamo smontato la capanna…“ E a sentire tutto questo – e sono cose che nel periodo di Natale non si dovrebbero sentire – quelli della Pro Loco, anzichè spostare il tutto di quealche metro in là come da più parti suggerito, han fatto che togliere la struttura e tanti saluti baci e abbracci. “E’ vero che il Comune ci ha detto di rimontarla, ma come si fa a tre giorni dal Natale. Manca il tempo…” passa e chiude Chiantaretto. Dispiaciuto per quanto accaduto è l’assessore Giuseppe Tomaino (IN FOTO). Alza le braccia al cielo. Dice ” Sarà per il prossimo anno. Che cosa volete che vi dica. Mi spiace solo che si sia detto che non erano in regola. Era tutto regolare – ” Insomma non era un abuso edilizio. Era una semplice struttura di legno realizzata con tanto amore dai volontari della Proloco ai piedi del campanile e di fronte al municipio. Buon Natale anzi no “Frohe Weihnachten”

Commenti

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

SETTIMO. Se ne è andato Osvaldo Bailetti, icona piemontese dei Go-kart

Oggi si è spento Osvaldo Bailetti, stava facendo quello che più amava, guidava il suo …

Ospedale Ivrea

IVREA. Covid: si pensa di utilizzare anche l’ortopedia

Non si sarà già trasformato in un ospedale Covid ma poco ci manca. In queste …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *