Home / BLOG / VERRUA SAVOIA. Anche qui servirebbe una maggior coesione sociale

VERRUA SAVOIA. Anche qui servirebbe una maggior coesione sociale

Enrica Mola, 25 anni e studentessa di scienze sociali. Laureata in scienze dell’educazione con lo scopo di lavorare come insegnante, presta attività di volontariato come animatrice all’oratorio di Verrua Savoia e collabora come socia con Il Circolo Ricreativo del Valentino.

Hai avuto precedenti esperienze nell’amministrazione pubblica?

Non ho precedenti esperienze nell’amministrazione pubblica ma mi sono rapportata spesso con la realtà comunale, sia per l’attività dell’oratorio che per il Circolo.

Perché hai deciso di candidarti?

Con le mie attività mi sono trovata spesso in Comune ed è un ambiente che mi incuriosisce. Credo sia un’occasione per arricchire il mio curriculum ma soprattutto un’opportunità per fare di più per il paese a cui tengo.

Perché hai scelto proprio la lista di Mauro Castelli?

Mauro mi aveva già chiesto di entrare in lista 5 anni fa, ma non mi sentivo pronta. Ora mi sento più matura e ho deciso di schierarmi con una persona che conosco molto bene.

Ti ritieni insoddisfatta dalla presente amministrazione?

Insoddisfatta direi di no, ma ritengo che Paola (l’attuale sindaco, ndr) non sia supportata a meglio dalle persone che la circondano. Non vedo quella sinergia necessaria ad amministrare al meglio un paese.

Non sono stati anni facili per le amministrazioni comunali, basta pensare a Chiara Appendino, Virginia Raggi o Mimmo Lucano. Pensi che rispetto alle grandi città le realtà più piccole siano meglio gestibili?

Credo che siano due realtà completamente diverse e non le metterei a paragone. Ci sono differenti bisogni e diverse esigenze.

Tra i sindaci sopra indicati (o altri), identifichi un modello a cui ogni sindaco debba fare riferimento?

Non ci ho mai pensato ma non credo che si possa identificare un giusto modello di sindaco.

Di cosa ha maggiormente bisogno Verrua?

Vedo molta carenza di coesione, le associazioni non si conoscono bene tra di loro. Anche le risorse naturali non mi sembrano sfruttate a dovere, quando queste potrebbero portare dei vantaggi sia a livello turistico che abitativo.

Dove ritieni di poter offrire il tuo miglior contributo?

Mi occupo da sempre dei più giovani e so quali sono le loro esigenze. Ho inoltre molta esperienza nell’organizzazione degli eventi e credo che questo giochi a mio vantaggio.

Credi che la tua lista vincerà?

Sono molto positiva. Siamo un bel gruppo, c’è armonia e allegria. Quando ci sono queste sensazioni di solito le cose vanno per il meglio.

Rispetto alla lista avversaria cosa credi di offrire in più?

Tutto quello che mi è sembrato mancare in passato, in particolare riguardo alla coesione interna alla lista.

Quale sarà il vostro primo intervento?

Dobbiamo innanzitutto tenere conto dei fondi disponibili. Attualmente non tutte le frazioni di Verrua sono dotate della rete fognaria e della distribuzione gas: questo merita certamente la nostra attenzione.

Vuoi fare un appello al voto?

Sono da sempre impegnata per Verrua e così sarà in futuro, sia se riceveremo i voti oppure no. Tuttavia se vinceremo potrei fare di più.

Commenti

Blogger: Matteo Micciché

Matteo Micciché
Misi

Leggi anche

LIVORNO FERRARIS. «Come uscire bene dall’emergenza? Genitori, imparate dai vostri bambini»

E’ inutile negarlo: il Covid-19 ha lasciato un segno indelebile in tutto il mondo. Qualunque …

Organalia 2020, al via con i concerti di Nole, Romano Canavese e Strambino

L’edizione 2020 del circuito musicale Organalia, patrocinato e sostenuto dalla Città Metropolitana di Torino, inizierà con quattro concerti a Nole, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *