Home / In provincia di Torino / VEROLENGO. Polivalente: sarà pronto tra un mese e mezzo
La demolizione del Polivalente è partita a gennaio. Ora si sta ricostruendo

VEROLENGO. Polivalente: sarà pronto tra un mese e mezzo

Procedono di gran carriera i lavori di rifacimento del nuovissimo centro Polifunzionale che, ad un passo dall’inaugurazione era stato demolito a causa degli insanabili vizi rilevati sulla struttura in cemento armato.

Tutto procede velocemente – spiega il sindaco Rosanna Giachello -. Se il tempo continuerà ad assisterci tra un mese e mezzo l’opera sarà finalmente realizzata. E’ assolutamente irrilevante il fatto che i lavori vengano conclusi prima o dopo le elezioni. L’importante è che vengano eseguiti a regola d’arte consegnando ai cittadini una struttura sicura”.

Era maggio di un anno fa quando a Verolengo sono iniziati i lavori in via Di Vittorio.  Ad ottobre, però, il cantiere era rimasto fermo. Non si lavorava più giù da un mese in attesa di verificare quei campioni prelevati dalla struttura in cemento armato che non tornavano. Nella relazione delle analisi svolge su ordine della Direzione lavori emergeva che la totalità dei campioni prelevati non raggiungeva la resistenza richiesta in progetto e che pertanto la struttura realizzata non presentava le condizioni richieste dalla legge per poter procedere alla collaudabilità delle opere realizzate.

Una doccia fredda per tutti, in primis per l’amministrazione guidata dal sindaco Rosanna Giachello che si era ritrovata a scegliere tra un consolidamento della struttura o sul totale abbattimento e ricostruzione. Riunita la sua squadra e incontrati tutti i consiglieri, la Giachello comunicava la sua decisione di procedere con la ricostruzione totale dell’opera: “E’ come se andassi a comprarmi un vestito nuovo e uscissi dal negozio con l’abito rattoppato”.

L’inaugurazione del Polivalente avrebbe dovuto arrivare in concomitanza della festa dei coscritti, un sogno sfumato per tutti quanti.

A distanza di alcuni mesi da quella difficile decisione, però, tutto sembra filare per la strada giusta.

Sicuramente non ci sarà un tagli del nastro pre elettorale. Sarà chi vincerà le elezioni ad inaugurare l’opera, un pensiero che non turba affatto la Giachello, più preoccupata di consegnare alla cittadinanza un’opera sicura che di tagliare nastri.

Commenti

Blogger: Maria Di Poppa

Maria Di Poppa
Letteralmente

Leggi anche

Arresto

MONCALIERI. Con tecnica ‘gomma bucata’ rubava borse e zaini, arrestato

Bucava le gomme delle auto parcheggiate vicino ai supermercati, alle filiali di banca e all’ufficio …

PIOSSASCO. Precipita con parapendio nel Torinese, salvo

Ha perso il controllo del parapendio che stava pilotando ed è precipitato in una boscaglia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *