Home / In provincia di Vercelli / VERCELLI. Sanità: sindacati, inaccettabile chiusura Borgosesia
sanità
sanità

VERCELLI. Sanità: sindacati, inaccettabile chiusura Borgosesia

“E’ una situazione incomprensibile e inaccettabile per mamme, nascituri e operatori che fino a una settimana fa non disponevano del loro turno di lavoro. Ai lavoratori e ai loro rappresentanti non è giunta alcuna informazione riguardo l’imminente chiusura”. Dura risposta di Cgil Cisl Uil di Vercelli e Valsesia sulla decisione dell’Asl Vercelli di chiudere temporaneamente, dal primo agosto al 30 settembre, l’attività della sala parto e del pronto soccorso ostetrico e ginecologico presso il punto nascita dell’ospedale Ss.Pietro e Paolo di Borgosesia.
“Il punto nascita valsesiano ha contato più di 300 parti nel 2017 – proseguono i sindacati -, numero al di sotto di quelli previsti dai parametri nazionali, ma di un reparto posto in area palesamente disagiata e con difficoltà di collegamento. Per questa ragione la decisione repentina dell’Asl Vc è del tutto irresponsabile, agli occhi della cittadinanza e degli operatori sanitari che almeno avrebbero dovuto essere avvisati per tempo”.
Intanto il sindaco di Varallo, Eraldo Botta, ha scritto una lettera al prefetto di Vercelli e ha annunciato che domani mattina alle 10 si incatenerà alla porta di ingresso dell’ospedale di Borgosesia per protesta.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CIGLIANO. Lotta alla batteriosi del kiwi: Coldiretti premia il ciglianese Alberto Pasteris

Una mozione speciale per la creatività «Per aver saputo ovviare ad una problematica importante raggiungendo …

LIVORNO FERRARIS. Identificato l’uomo che in autostrada voleva rapinare la livornese Corgnati

A fine settembre aveva cercato di rapinare una giovane donna, la livornese Marta Corgnati, in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *