Home / Piemonte / VERCELLI. La Sinagoga compie 140 anni. Un volume la celebra

VERCELLI. La Sinagoga compie 140 anni. Un volume la celebra

La Comunità Ebraica di Vercelli ha ricordato oggi, con una cerimonia pubblica, i 140 anni dell’edificazione della sinagoga di via Foa, considerata come una dei più belli e imponenti tra i tempi ebraici italiani.
Inaugurata il 18 settembre 1878, la sinagoga è nata dalla volontà della comunità vercellese di affermare la propria libera presenza sul territorio.
Alla cerimonia ha preso parte la presidente della Comunità, Rossella Bottini Treves, che ha voluto rendere onore a coloro che resero possibile la costruzione del tempio, presentando il volume ‘1878-2018 Il Tempio Israelitico di Vercelli’. “La nostra sinagoga – ha detto – è stato costruito con un’idea di emancipazione, poi le cose sono andate diversamente: noi, però, oggi siamo ancora qui”.
Presenti alla cerimonia anche Rav Elia Enrico Richetti, rabbino di riferimento di Vercelli, insieme con Rav Alberto Moshe Somekh, di Torino. “Al volume presentato oggi – ha proseguito Bottini Treves – spetta il compito di tramandare la storia della nascita della sinagoga attraverso le voci dei protagonisti dell’epoca. Si tratta di un importante tassello culturale che si aggiunge al patrimonio dell’ebraismo piemontese, in un anno, il 2018, che si è distinto anche per un altro tragico anniversario, quello degli ottant’anni dalla promulgazione delle leggi razziali”.
In sinagoga c’erano anche rappresentanti dell’amministrazione comunale, e il prefetto Michele Tortora, che ha detto: “La presenza della nostra Comunità Ebraica, anche se non molto numerosa, è importante: ha sempre fatto parte del tessuto sociale vercellese”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

pusher

CUNEO. Droga: pusher di 23 anni arrestato nel Cuneese

Un italiano di 23 anni residente a Canale (Cuneo) è stato arrestato dai carabinieri a …

TORINO. ‘Arriva la finanza’, fuggifuggi camerieri ristorante

Arriva la guardia di finanza e cuochi e camerieri scappano dal ristorante. E’ successo a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *