Home / Piemonte / VERCELLI. Eternit: i pm ribadiscono il ‘processo per Schmidheiny’
Stephan Schmidheiny
Stephan Schmidheiny

VERCELLI. Eternit: i pm ribadiscono il ‘processo per Schmidheiny’

E’ ripresa in tribunale a Vercelli l’udienza preliminare per caso Eternit bis. L’imprenditore svizzero Stephan Schmidheiny è chiamato a rispondere di omicidio volontario per le vicende di 392 persone ammalate e morte, secondo l’accusa, per l’amianto lavorato nella filiale di Casale Monferrato della multinazionale. Dopo l’ammissione di tutte le parti civili, avvenuta martedì, oggi i pm Fabrizio Alvino e Gianfranco Colace hanno ribadito la loro richiesta di rinvio a giudizio. I due magistrati hanno insistito sul fatto che Schmidheiny fosse perfettamente consapevole dei rischi che comportava la fibra di amianto, perché le conoscenze scientifiche, all’epoca, erano già disponibili. Hanno poi sottolineato come l’imprenditore abbia messo in atto un programma di controinformazione affinché i lavoratori non sapessero degli effetti devastanti delle polveri. L’udienza proseguirà il 20 e 24 gennaio. Schmidheiny è difeso dagli avvocati Astolfo Di Amato e da Carlo Alleva. Oggi in tribunale era presente anche il sindaco di Casale, Federico Riboldi.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

TORINO. Coronavirus: scuole e chiese chiuse. Salta anche la gita

IL VIRUS FA CHIUDERE SCUOLE E ATENEI Dal Piemonte al Veneto, dalla Lombardia all’Emilia Romagna, …

Cumiana

Coronavirus: Cumiana blindata, tre cinesi in quarante, chiuso il pronto soccorso di Tortona

Sono di Cumiana (Torino), marito e moglie, due dei sei pazienti piemontesi trovati positivi al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *