Home / Piemonte / VERCELLI. Eternit bis: Legambiente parte civile a processo Vercelli
STEFANO CIAFANI PRESIDENTE LEGAMBIENTE

VERCELLI. Eternit bis: Legambiente parte civile a processo Vercelli

“Non potevamo non essere presenti a questo procedimento: centinaia di persone sono morte di amianto, e tante continuano a morire ancora oggi”. Parla così Stefano Ciafani, presidente di Legambiente Nazionale, a proposito del processo Eternit bis iniziato ieri mattina al tribunale di Vercelli che riguarda 392 casi di decessi o malattia legate alla lavorazione dell’eternit a Casale Monferrato. L’associazione ambientalista, insieme con i parenti delle vittime e altre associazioni, si è costituita parte civile sia come Legambiente Piemonte che come Legambiente nazionale; questo nonostante le obiezioni della difesa completamente rigettate dal giudice, il quale ha ammesso tutte le parti civili. ” A Casale – prosegue Ciafani – si contano oltre 2.500 vittime per malattie correlate all’esposizione da amianto, la maggioranza delle quali non aveva mai lavorato all’Eternit. Si contano almeno cinquanta casi all’anno di mesotelioma”. Aggiunge Giorgio Prino, presidente di Legambiente Piemonte: “Nell’area Casalese, così come in altre del Piemonte e d’Italia, abbiamo assistito ad un caso tragico di inquinamento ambientale con effetti disastrosi sulla salute umana. Ci sono state almeno 392 vittime, un numero puramente indicativo e in continua crescita”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

TORINO. Coronavirus: scuole e chiese chiuse. Salta anche la gita

IL VIRUS FA CHIUDERE SCUOLE E ATENEI Dal Piemonte al Veneto, dalla Lombardia all’Emilia Romagna, …

Cumiana

Coronavirus: Cumiana blindata, tre cinesi in quarante, chiuso il pronto soccorso di Tortona

Sono di Cumiana (Torino), marito e moglie, due dei sei pazienti piemontesi trovati positivi al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *