Home / Dai Comuni / VENARIA. Tre mesi e il centro storico riavrà il parcheggio

VENARIA. Tre mesi e il centro storico riavrà il parcheggio

Alleluja, alleluja. Habemus Pettiti. Dopo gli innumerevoli articoli di denuncia del degrado presente nell’area sulle colonne del nostro settimanale, nei giorni scorsi sono ufficialmente partiti i lavori di restyling del parcheggio presente nel centro cittadino, fra via Juvarra, via Palestro e viale Buridani.

Chiuso dal 2014 per volontà del commissario prefettizio Maurizio Gatto, che dopo controlli accurati lo aveva reputato totalmente privo delle condizioni minime di sicurezza, ora l’Amministrazione Comunale e la Gesin hanno dato il via libera alla ditta che aveva vinto nei mesi scorsi l’appalto per il rifacimento della struttura, che può contenere fino a 120 auto.

“Ancora tre mesi e poi la struttura verrà ridata alla città”, afferma il vicesindaco Angelo Castagno, con il collega Giuseppe Roccasalva che precisa come nel frattempo si sia messa mano alla “rimodulazione della tariffazione grazie a Gesin, eseguito le ritracciature in tutta la città e completato la posa dei nuovi parchimetri”.

I lavori prevedono il “ripristino del parcheggio, la riparazione di tutti gli atti vandalici, la ripittura della struttura e la sostituzione dell’impiantistica elettrica e la verifica di tutte le porte antincendio, degli estintori e di tutto quello che concerne la sicurezza”, precisano i due assessori.

Infine verranno verranno posizionati i nuovi parchimetri di ultima generazione, come quelli già presenti in città. 

E poi toccherà alle telecamere di videosorveglianza, collegate direttamente con la centrale operativa dei carabinieri e della polizia municipale.venaria-restyling-piazza-pettiti1

Finalmente, fra novanta giorni, la Reale tornerà ad avere un parcheggio che, se tutto andrà per il meglio, porterà nuovi soldi alla Gesin – e di riflesso a Palazzo Civico – ma soprattutto andrà a rispondere alla “fame” di parcheggi palesata in ogni modo, sui social e per le strade, dagli stessi cittadini che risiedono in quella zona della città.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

BRUSASCO. Dana: ai domiciliari ma lontana dalla sua amata valle

“Fuori dal carcere, purtroppo ai domiciliari e non nella mia amata valle, ma a Torino”. …

Amazon: lettera aperta al sindaco di Borgofranco

Caro Sindaco di Borgofranco,  abbiamo letto sui giornali di una sua lodevole iniziativa di risparmio, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *