Home / Dai Comuni / VENARIA. Reggia: nei Giardini nuove sculture Penone
Reggia di Venaria

VENARIA. Reggia: nei Giardini nuove sculture Penone

o scultore Giuseppe Penone torna ai Giardini della Reggia di Venaria, da pochi giorni riaperti al pubblico. Alle 14 installazioni già presenti nel Giardino delle Sculture Fluide allestito nel 2007, l’artista aggiunge una nuova serie di sette opere più piccole nelle Grotte del muro castellamontiano, da poco restaurate, nel Parco Basso.

Il percorso espositivo, curato da Carolyn Christov-Bakargiev, direttore del Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea, si chiama Anafora, termine che deriva dal greco ed è usato dall’autore, esponente dell’Arte povera, per indicare una ripetizione all’inizio della frase, per sottolineare un concetto o una realtà. Le sette nicchie, nelle quali sono state poste le sculture in bronzo, legno fossile e altri materiali quali filo spinato, scandiscono la passeggiata dei visitatori nella ripetizione dell’incontro con ogni scultura lungo il viale.

“La mostra è l’inizio di un più ampio percorso di collaborazione con il Museo di Rivoli”, ha sottolineato Paola Zini, presidente del Consorzio della Reggia. “Oltre all’intervento doveroso, del valore di 80 mila euro, di manutenzione delle sculture di Penone installate nel 2007, abbiamo deciso di aggiungere un pezzo, una nuova opera da offrire ai visitatori”, ha detto il direttore della Reggia Mario Turetta. “La collaborazione tra il Castello di Rivoli e la Reggia di Venaria – ha spiegato Christov-Bakargiev – è già molto stretto, ma dopo 9 anni trova un nuovo slancio con questa mostra. Per il futuro la nostra intenzione è di collaborare con tutto il sistema delle Regge Sabaude con un ruolo di coordinatore artistico dei nuovi progetti di arte contemporanea.

Mi adopererò per portare nuove opere a Racconigi tra il 2017 e il 2018 e per lo sviluppo della rete delle Regge”.

‘Anafora’ affianca un’altra grande mostra inaugurata il 19 marzo nella Reggia, ‘Fatto in Italia. Dal Medioevo al Made in Italy’, un percorso tra tessuti, armature, coralli, gioielli e maioliche con una selezione del meglio della produzione italiana di qualità nel corso di ottocento anni di storia, dal Medioevo al Novecento. Numerose le iniziative previste nei giorni di Pasqua e Pasquetta, tra le quali le Giornate da Re, dedicata il 28 marzo ai Giochi di Corte, lo spettacolo del Teatro d’acqua della Fontana del Cervo e una Caccia all’Uovo nel Giardino a Fiori della Reggia.

In attesa di una soluzione definitiva al problema parking, la Reggia potrà essere raggiunta tramite navetta turistica dedicata La Venaria Express Gtt che collega direttamente il centro di Torino e la stazione di Porta Susa con il Borgo Antico di Venaria, la Reggia di Venaria e il Parco La Mandria.

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Avatar

Leggi anche

Prima dell’algoritmo

Leggo, direttore, che il giornale compie 20 anni. E i ricordi animano la mia mano, …

MONCALIERI. Lavoro: Alpitel licenzia 100 impiegati,sciopero nel Torinese

I lavoratori dell’Alpitel scioperano oggi due ore contro i licenziamenti annunciati dall’azienda che opera da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *