Home / Dai Comuni / VENARIA. Reggia celebra la decennale e punta su Caravaggio
Reggia Venaria

VENARIA. Reggia celebra la decennale e punta su Caravaggio

La Reggia di Venaria riparte da Caravaggio. E, dopo il record di visitatori del 2016, celebra i dieci anni d’apertura con un calendario ricco di eventi. Il programma è stato illustrato da presidente e direttore della residenza sabauda alle porte di Torino, Paola Zini e Mario Turetta, in una conferenza stampa alla presenza dell’assessora alla Cultura della Regione Piemonte, Antonella Parigi.

Si riparte il 18 marzo, dopo tre settimane di stop, con Caravaggio Experience, spettacolo multimediale che racconta il grande pittore cinquecentesco in modo virtuale, evocando 57 sue opere nello scenario della Citroneria.

Dalle Regge d’Italia. Tesori e simboli della regalità sabauda è la mostra pensata per festeggiare i dieci anni di Venaria.

L’inaugurazione di questa mostra il 25 marzo, mentre il 12 aprile è prevista quella di Jungle. L’immaginario animale della moda. Confermate anche per il 2017 le rassegne Teatro a Corte, Sere d’Estate, la Festa delle Rose, il Gran Ballo, il Salone dell’Auto. 

La Reggia di Venaria è “uno dei maggiori siti culturali italiani, cuore della rete delle regge sabaude”. Così l’assessora alla Cultura della Regione Piemonte, Antonella Parigi, che ha ribadito l’impegno dell’ente al fianco della residenza sabauda alle porte di Torino in occasione della presentazione delle attività per la stagione 2017-2018.

L’assessora ha anche annunciato che, in occasione dell’inaugurazione della mostra su Caravaggio, il  Castello degli Acaja di Fossano ne ospiterà un’altra sullo stesso pittore.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Dell’impiego ovvero dello Statuto dei lavoratori

Il professor Carlo Ossola (dovrebbero tremarmi le vene dei polsi solo a scriverne il nome), …

IVREA. Italgas acquista il 15% di Aeg Reti Distribuzione

Italgas società quotata alla borsa di Milano, specializzata nell’attività di distribuzione del gas, con oltre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *