Home / Dai Comuni / VENARIA. Primi segni positivi sulla raccolta differenziata

VENARIA. Primi segni positivi sulla raccolta differenziata

Dopo le multe nella zona di via Druento, arrivano i primi segnali positivi sulla raccolta differenziata nel territorio di Venaria.

Nei giorni scorsi sono state controllate le utenze dell’area compresa tra le vie Guarini, Alfieri, Giacosa, Fratelli Cervi e Pavese, nel rione del Salvo d’Acquisto.
La situazione è in netto miglioramento, anche se restano dei problemi. “Per quanto riguarda carta e vetro la situazione è positiva – commenta l’assessore all’Ambiente, Marco Allasia – ma possiamo sempre fare meglio. Restano alcune criticità nei contenitori di plastica e indifferenziato, dove ho potuto constatare con i miei occhi che i venariesi fanno ancora fatica a conferire in modo corretto”.
Non si può dire la stessa cosa nel rione di Altessano, ed in particolar modo in via Bruno Buozzi. Qui, nell’ultimo periodo, c’erano state diverse lamentele da parte di residenti che parlavano di mancato servizio e di odori nauseabondi.
Ma dall’ispezione fatta dallo stesso Allasia assieme agli operatori di Cidiu, è emerso come la “saturazione dei contenitori è causata da un conferimento sbagliato della raccolta differenziata: la campana del vetro invece che di vetro è piena di carta, plastica e organico. E qui bisogna intervenire immediatamente, perché vuol dire che ci sono dei problemi. Per ora voglio ringraziare tutti i concittadini che ci aiutano a raccogliere meglio i rifiuti e a rispettare l’ambiente. Solo così riusciremo a migliorare la percentuale di differenziata e smettere di essere la maglia nera di tutti i Comuni gestiti da Cidiu”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. “Non hanno nessuna visione. Presuntuosi e non rispettosi!”

A più di due anni dall’insediamento di Stefano Sertoli e di una maggioranza di centrodestra alla …

SAN SEBASTIANO. Frana il muraglione di una casa, paura a Moriondo

SAN SEBASTIANO. Frana il muraglione di una casa, paura a Moriondo Frana il muraglione di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *