Home / Dai Comuni / VENARIA. Il Movicentro sarà presto realtà

VENARIA. Il Movicentro sarà presto realtà

Il Movicentro di Venaria sarà presto realtà. Il punto di scambio fra automobili e mezzi di trasporto pubblico di viale Roma entro poco tempo, un paio di anni al massimo, verrà costruito, seppur con una quindicina di anni di ritardo.

Perché la struttura sarebbe dovuta essere pronta per le Olimpiadi di Torino 2006, salvo poi essere messa in soffitta per assenza di fondi.

Adesso, con un costo inferiore e un progetto quasi ex novo, il progetto è diventato esecutivo durante l’ultima giunta comunale di Venaria.

Rispetto al passato, sparirà la struttura multipiano per fare spazio a un “bosco-parcheggio – spiega il sindaco Roberto Falcone e l’assessore Giuseppe Roccasalva – in linea con le nuove esigenze di mobilità sostenibile: meno posti auto e più posti per bici, bike e car sharing, colonnine per auto elettriche e un sistema di recupero delle acque piovane che irrigherà il bosco. Sarà un’opera che ben rappresenta la visione che come Movimento abbiamo della nostra città”.

La stazione ferroviaria e la piazza della stazione non muteranno rispetto a quelle attuali, ma sarà allargata la sede stradale per creare la corsia preferenziale e di sosta per i bus. I posti auto saranno una settantina e verrà stravolta l’area di viale Roma, con area taxi, connessione con il parco Corona Verde e con la pista ciclopedonale.

Le novità del progetto, che costerà complessivamente 4,5 milioni di euro interamente regionali, sono state fortemente volute dall’assessore ai Lavori Pubblici e alla Mobilità, Giuseppe Roccasalva: “Il vecchio progetto era obsoleto e rimodularlo è stata una delle prime azioni che quest’Amministrazione ha deciso di intraprendere. Non c’è solo il consumo di suolo, che eliminiamo, ma anche una questione che riguarda la manutenzione: la vecchia idea di Movicentro avrebbe finito per gravare terribilmente sul bilancio del Comune, mentre con il bosco parcheggio si potrà intervenire molto più agevolmente e con minore impegno di spesa. Il nuovo Movicentro sarà verde, sostenibile, innovativo e sarà da esempio per altri comuni che vorranno fare progetti di interscambio”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. Scritte razzisti sui muri di un palazzo

La polizia di Ivrea indaga su alcuni episodi di razzismo in città. Nei giorni scorsi …

Cesare Pianasso commissario della Lega del Canavese

La Lega Salvini Premier si appresta ad una stagione di congressi a livello territoriale. In …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *