Home / Home / VENARIA. Movicentro entro dicembre 2017 Il Pd punta alla Torino – Ceres

VENARIA. Movicentro entro dicembre 2017 Il Pd punta alla Torino – Ceres

Una città di 35mila abitanti che, durante il fine settimana e nei giorni di festa, tocca anche quota 70mila – complice i turisti della Reggia – quale piano dei trasporti deve avere? Può diventare fondamentale una linea ferroviaria come la Torino-Ceres? Di queste tematiche si è discusso mercoledì sera al centro di incontro “Iqbal Masih” di via Buozzi durante la serata organizzata dal Pd cittadino nell’ambito delle iniziative sulle prospettive di mobilità nella Reale. E per farlo, il segretario Giorgio Pelassa ha chiesto l’intervento del vicesindaco della Città Metropolitana, Alberto Avetta, e della consigliera regionale Nadia Conticelli. Sin dalla campagna elettorale, il Pd aveva puntato l’attenzione sull’intermodalità della Reale, in particolar modo con la realizzazione del Movicentro di viale Roma, con la riqualificazione della stazione e la nascita di un silos multipiano dove poter parcheggiare le auto proprio per far sì che i venariesi usassero i mezzi di trasporto pubblico per recarsi a Torino o nelle Valli di Lanzo. “Il Movicentro verrà realizzato – spiega la Conticelli – dopo una revisione quasi totale del progetto, anche per volere dell’attuale maggioranza cittadina, che ha voluto come l’opera fosse pressoché totalmente a carico della Regione. E dato che deve essere realizzata entro il dicembre 2017, altrimenti i fondi torneranno in capo alla Regione per essere dirottati su altre priorità, ora spetterà alla Giunta Falcone mantenere fede agli impegni presi”. Il tema della Torino-Ceres per il Pd è “di fondamentale importanza – spiegano il segretario Pelassa ma anche Avetta – Se vorremo migliorare i collegamenti da e per Torino ed evitare il traffico, dovremo attuare una nuova politica sul trasporto su rotaia, basata in particolar modo sulla riattivazione della stazione ferroviara Rigola, sul ‘passante ferroviario’ che collegherà Porta Susa con l’aeroporto. Ma anche sul car sharing, il bike sharing e la razionalizzazione del trasporto su gomma, eliminando le corse superflue, visto che la Regione entro la fine di questo mandato dovrà ridurre del 10 percento il chilometraggio su gomma a livello regionale”.

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Avatar

Leggi anche

I richiedenti asilo al Centro Fenoglio

SETTIMO. Fenoglio: è iniziato il trasferimento dei migranti positivi al Covid

Sono cominciate oggi alle 15:30 le operazioni di trasferimento delle persone risultate positive al tampone …

Una casa di mattoni – L’importanza di fare delle scelte

Se mi chiedono di chiudere gli occhi e pensare a un muro, quello che mi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *