Home / Dai Comuni / VENARIA. Le meraviglie della Reggia e i giardini, anche di sera
Reggia Venaria

VENARIA. Le meraviglie della Reggia e i giardini, anche di sera

Con l’arrivo dell’estate la Reggia di Venaria cambia orario e prolunga la possibilità di visitare la Reggia, i Giardini e la mostra ‘Sfida al Barocco’ fino a sera.

Da sabato 4 luglio fino al 16 agosto, lo splendido complesso barocco aprirà le porte ai visitatori nei seguenti orari: dal martedì al venerdì dalle 15 alle 22, sabato dalle 10.30 alle 22, domenica dalle 10.30 alle 18.30. La serata inaugurale del 4 luglio sarà animata da interventi musicali itineranti del quintetto classico Architorti con ospite Bunna, cantante e chitarrista degli Africa Unite, animazioni circensi delle principali scuole di circo di Torino (Scuola di Circo Flic e Fondazione Cirko Vertigo) ospitate nelle più suggestive location dei Giardini.

“Appena abbiamo potuto riaprire al pubblico – commenta la presidente del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, Paola Zini – forte è stata l’esigenza di mettere a disposizione della comunità e del mondo dello spettacolo la straordinaria risorsa ambientale, storica e paesaggistica dei nostri Giardini. La risposta è stata entusiasmante e, grazie al grande lavoro di sintesi di Piemonte dal Vivo, siamo orgogliosi di offrire un cartellone di eventi così ricco e vario, anche in orario serale, in un contesto emozionante”. Fino a sabato 15 agosto, tutti i venerdì e i sabato è in programma una rassegna di spettacoli in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo e Fondazione Via Maestra, con l’alternarsi di momenti musicali e teatrali, oltre a performance artistiche e circensi.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO. Incidente sul cavacalvia di corso Piemonte, feriti lievi e traffico rallentato

Sabato sera, 8 agosto, verso le 20 due auto sono rimaste coinvolte in un incidente …

SETTIMO. Quell’indimenticabile 8 agosto: una tragedia nella nostra storia

Era l’8 agosto 1944, quando furono uccisi sei partigiani dai militari nazisti. Fu una tragedia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *