Home / BLOG / ELEZIONI REGIONALI. Un voto venariese

ELEZIONI REGIONALI. Un voto venariese

Elezioni regionali. Un voto venariese

A leggere i giornali di ieri, i beninformati raccontano di possibili scenari dove i 5 stelle piemontesi, ovviamente non per le vie ufficiali, potrebbero orientarsi al voto utile per arginare l’avanzata leghista e quindi scegliere Chiamparino, attraverso il voto disgiunto, oppure con un voto diretto senza troppe alchimie. Del resto, Bertola non ha chance di successo, quindi il voto al Movimento sarebbe più un voto di bandiera e rappresentanza che altro.

Del resto non ci vuole un particolare acume politico per capire che una vittoria di Cirio, quindi della coalizione di centro destra, gioverebbe soprattutto alla Lega e darebbe ulteriori elementi al leader leghista, che nel tempo libero fa anche il Ministro degli Interni, per rimarcare la supremazia verde nell’alleanza di governo. Infatti, potrebbe rivendicare di “averle vinte quasi tutte” le recenti competizioni e ne uscirebbe più che rafforzato, avendo l’egemonia sulle principali regioni del nord Italia.

Insomma, le conseguenze politiche sarebbero peggiori per il Movimento di Di Maio e molto meno per il PD e per l’intera coalizione di Chiamparino, data perdente dai sondaggi più datati.

Per fortuna in questi mesi le cose sono cambiate e la partita sembra aperta, Chiamparino può farcela, forse più per demeriti altrui che per meriti propri. Ma tanto basta. Effettivamente la deriva leghista è sempre più preoccupante, così come lo sono i toni sempre più accessi, sempre più sopra le righe di Salvini.

Motivazioni che hanno spinto molti come me a mettere da parte i distinguo e le posizioni divergenti nel centro sinistra a vantaggio di una squadra in grado di rimettere le questioni reali e prioritarie nell’agenda politica e non sventolare temi alla bisogna, utili per la campagna elettorale.

Seguendo questo ragionamento circa la necessità e/o l’opportunità di un voto utile mi è tornato alla mente che questo principio potrebbe trovare ulteriori ambiti di applicazioni, ad esempio afferenti alla realtà venariese. Ho ripensato a tutti le competizioni passate, dove altre città simili alla nostra sono sempre riuscite ad eleggere un candidato del territorio che aveva anche il compito (non l’unico ed esclusivo, un rappresentante delle istituzioni si occupa di tutta la comunità rappresentata) di rappresentarne le istanze. Così è stato per nel tempo per i Comuni di Ciriè, di Rivoli, di Collegno, per citarne alcuni. Venaria, ahimè, non è mai riuscita a farsi rappresentare da una persona del territorio che potesse portare in dote l’esperienza maturata nell’amministrazione comunale, nonché un legame con la comunità stessa.

Ormai è tardi per recriminare ma forse diverse questioni sovra comunali avrebbero potuto avere altri decorsi (probabilmente anche l’attuale Amministrazione ne avverte l’assenza), se avessimo avuto un esponente della città più vicino ai luoghi delle decisioni.

Essendo parte in causa (cioè candidato alle elezioni regionali di domenica prossima) non sono la persona più indicata per fare un appello al voto in questo senso, sarei accusato almeno di autopromozione (che comunque non è un reato…). Tuttavia, nell’ambito della coalizione di centro sinistra, nella lista Liberi Uguali e Verdi, è candidato un altro venariese, Stefano Grillo, che come me conosce il territorio e ne è stato amministratore.

Ora, sarò forse tacciato di campanilismo, ma questa volta il mio appello al voto tiene conto anche di questo elemento di voto utile e lo rivolgo a tutti gli elettori del centro sinistra, delle liste civiche e, perché no, del Movimento 5 Stelle, indecisi compresi (il centro destra ha già il suo candidato venariese).

Questa volta, scegli un venariese da mandare in Consiglio regionale!

Ps. Così ho condiviso a metà l’autopromozione….

Commenti

Blogger: Alessandro Brescia

Alessandro Brescia
Il punto di vista, la vista da un punto

Leggi anche

CHIVASSO. Massimiliano Modena e le sue foto che “parlano”

“La fotografia è il grande amore della mia vita. Sono specializzato, in particolare, in reportage …

Temistocle!

Temistocle! Una mattina presto di questa calda estate, mi sono seduto in una panchina del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *