Home / Dai Comuni / VENARIA. In arrivo le bollette della Tari
VENARIA Municipio
VENARIA Municipio

VENARIA. In arrivo le bollette della Tari

In questi giorni, nelle buche delle lettere delle famiglie venariesi, sta arrivando la “simpatica lettera” che annuncia l’obbligo di pagare la Tari, la tassa sui rifiuti, per il 2018.

Una tassa che viene corrisposta, oltre che in base alla superficie occupata, anche in rapporto al numero di occupanti (per le utenze domestiche) e ai coefficienti di produzione dei rifiuti (per le utenze non domestiche).

Due le differenti possibilità di pagamento. O in un’unica soluzione, il 16 luglio, o in quattro rate: 16 maggio, 16 luglio, 17 settembre, 16 novembre. E comunque sempre tramite F24 precompilato.

Ci sono stati aumenti rispetto all’anno scorso? La risposta è sì, per circa 6-8 centesimi nella parte fissa, no in quella variabile per quanto riguarda le domestiche, con risparmi tra i 30 e i 60 centesimi. E tra i 15 ed i 20 centesimi di aumento per le non domestiche.

Insomma, togli da una parte e aumenti dall’altra e alla fine il risultato è che tutti pagano un po’ di più.

Per le utenze domestiche, la tariffa in parte fissa è di 1,20 euro/mq (1.14 nel 2017) se il nucleo famigliare è di una persona, di 1,41 euro/mq per due (1.34 nel 2017), di 1,57 euro/mq per tre (1.50), di 1,71 euro/mq per quattro (1.63), di 1,84 euro/mq per cinque (1.76) e di 1,96 euro/mq dalla sesta persona in poi (1.86 un anno fa).

La parte variabile, invece, è di 73,33 per una persona (73.69 un anno fa), 132 euro per due (132.65), 146,67 per tre (147.39), di 190,67 euro per quattro (191.61), di 212,67 euro per cinque (213.72) e di 249,34 (250.57) dalla sesta persona in poi.

Per quanto riguarda le utenze non domestiche, gli alberghi pagheranno 6,41 euro/mq se sono comprensive di ristorante (6.21 euro nel 2017), mentre senza ristorante scende a 4.23 euro/mq (4.09). Le case di riposo pagheranno 4.88 euro/mq (4.72), gli ospedali 5 euro/mq (4.87), gli uffici 5.94 euro/mq (5.75 nel 2017), le banche 2,39 euro/mq (2.31), i negozi di beni durevoli 5.51 euro/mq (5.34), i banchi al mercato di beni durevoli 6.96 euro/mq (6.74) mentre gli ortofrutticoli 28 euro/mq (27.16), le carrozzerie 5.51 euro/mq (5.34), le industrie con capannoni 3.59 euro/mq (3.48) e gli artigiani spaziano dai 4 ai 5.7 euro/mq (dai 3.91 ai 5.60 un anno fa).

Chi volesse maggiori informazioni o ottenere le riduzioni previste, può recarsi all’Ufficio Tributi, in via Goito 4, (Tel. 011/4072.477-466-476; mail: tributi@comune.venariareale.to.it), il lunedì, mercoledì e venerdì 9-12, martedì e giovedì 14-16.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CHIVASSO. Le Sardine anche qui: “Serve aria fresca nella politica cittadina”

Sono poco più di cento, ma in costante crescita, le sardine chivassesi. Il gruppo è …

CHIVASSO. Massaggi “bars” all’elementare: su facebook è colpa dei giornalisti “cattivi”

Continua in città la discussione sui fatti della scuola elementare “Dasso”. Purtroppo alcune reazioni sono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *