Home / Dai Comuni / VENARIA. Il direttore generale Flavio Boraso lascia l’Asl e va ad Asti
flavio boraso
Il direttore dell'Asl To 4, Flavio Boraso

VENARIA. Il direttore generale Flavio Boraso lascia l’Asl e va ad Asti

Flavio Boraso è il nuovo direttore generale dell’Asl di Asti. Lo ha nominato la Giunta regionale del Piemonte su proposta dell’assessore alla Sanità, Luigi Icardi. L’incarico dell’attuale direttore dell’Asl To3 partirà da novembre.

“Abbiamo scelto – sottolinea Icardi – un professionista di riconosciuta esperienza e professionalità per un’Azienda sanitaria importante. Sono certo che affronterà l’impegno con grande determinazione e raggiungerà gli obiettivi prefissati, in primis l’ampliamento dell’ospedale della Valle Belbo per il quale la Regione prevede una sinergia operativa sempre più stretta con l’ospedale Cardinal Massaia di Asti, che a sua volta andrà adeguatamente implementato con un piano di rilancio. Ringrazio il commissario uscente dottor Messori Ioli per il lavoro svolto“.

Boraso è stato direttore dell’Istituto per la Ricerca e Cura del Cancro (Ircc) di Candiolo, dell’Ospedale Mauriziano di Torino, dell’Asl 17 di Savigliano, degli Ospedali di Novi Ligure e Ovada, degli Ospedali di Acqui Terme, dell’Ospedale di Tortona, e prima di dirigere la To2 è stato anche direttore generale dell’Asl To4. “Dal giugno scorso – dichiarano il vicepresidente della Regione Piemonte, Fabio Carosso, e l’assessore ai Trasporti, Marco Gabusi – abbiamo rappresentato a Icardi la situazione anomala dell’Asl astigiana. La pandemia probabilmente ci ha fatto tardare di qualche mese la scelta, ma certamente il dottor Boraso interpreta al meglio la figura che immaginavamo”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SCIOLZE. Cagno: “Opposizione troppo accomodante: mi dimetto!”

Dopo più di un anno dal primo insediamento nel nuovo consiglio comunale, la consigliera di minoranza …

SAN RAFFAELE. Mantelli a Clara Marta: “La smetta di fotografare l’immondizia!”

È scontro furibondo tra il Sindaco e la minoranza. Dopo le segnalazioni raccolte dall’opposizione la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *