Home / In provincia di Torino / VENARIA. CasaPound ripulisce la fontana

VENARIA. CasaPound ripulisce la fontana

Militanti e attivisti di CasaPound hanno deciso di ripulire la fontana di piazza Pettiti che ormai era diventato un acquitrino nauseabondo.

Gaetano Cuttaia, militante venariese di CasaPound, ha deciso di organizzare la pulizia dell’area dopo le numerose segnalazioni dei residenti che, non trovando risposte dalle istituzioni, si sono rivolti a CasaPound: “L’acqua è stagnante, la manutenzione non viene fatta da tempo immemore e sicuramente questa visione squalifica completamente la piazza e l’area circostante. Anche per questa ragione non ci siamo limitati a sistemare solo la fontana, ma abbiamo rivolto le nostre attenzioni anche all’accesso ai parcheggi che sono diventati una discarica a cielo aperto. Grazie alla partecipazione numerosa siamo riusciti in poche ore a fare quello che l’amministrazione comunale non è riuscita a fare in mesi di gestione”. Matteo Rossino, responsabile provinciale del movimento della tartaruga frecciata, ci tiene a precisare l’impegno profuso da mesi a questa parte: “La riqualificazione di piazza Pettiti sarà solo una delle tante attività svolte in questa città, precedentemente abbiamo riparato il manto stradale in corso Papa Giovanni XIII vicino alla scuola Don Milani, abbiamo denunciato il rischio per gli alunni della scuola De Amicis che sta letteralmente cadendo a pezzi e tante altre piccole attività per essere sempre un punto di riferimento per Venaria. Continueremo in questa direzione, abbiamo ancora molto da fare”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CAREMA. Un malore improvviso strappa alla vita l’ex sindaco Giovanni Aldigheri

Aveva 67 anni anni il vicesindaco Giovanni Aldigheri e nulla che facesse presagire la tragedia. …

CHIVASSO. Moretti: “Lascio per il lavoro in ospedale”. Castello ringrazia l’ormai ex assessore

Annunciato ieri, è arrivato oggi il comunicato ufficiale da Palazzo Santa Chiara, a firma dell’ufficio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *