Home / Dai Comuni / VENARIA. 25 anni dei salesiani di San Francesco

VENARIA. 25 anni dei salesiani di San Francesco

Era il lontano 1992 quando, su invito dell’arcivescovo di Torino, i salesiani giunsero a Venaria Reale.

E approdarono nella parrocchia di San Francesco, rilevando la grande eredità del sacerdote don Isidoro Tonus, fondatore della parrocchia.

Da allora si sono inseriti nel tessuto cittadino, con un intenso lavoro sulla formazione cristiana dei giovani e il loro inserimento nel movimento giovanile salesiano. Con il rilancio dell’oratorio con un’intensificazione delle attività pomeridiane – laboratori, sport e doposcuola – e con una sperimentazione del catechismo nel fine settimana su modello più oratoriano: messa domenicale, gioco con gli animatori, incontro con la catechista. 

Questo importante traguardo è stato festeggiato con una domenica di grande religiosità mista a divertimento. Una festa della grande famiglia della San Francesco, iniziata con la celebrazione della Santa Messa presieduta da monsignor Calogero La Piana, salesiano e arcivescovo emerito di Messina. A margine della celebrazione, è arrivato il saluto da parte dell’assessore Antonella D’Afflitto.

Il lancio dei palloncini da parte dei gruppi del catechismo e dei giovani in onore di san Domenico Savio, protettore dell’oratorio, è stato il preludio allo spettacolo di intrattenimento e di magia in cortile con Capitan Fracasso.

Il pranzo di tutta la comunità è stato il preludio al torneo “Grandi giochi oratoriani” per i ragazzi delle medie e delle superiori, momento ludico che ha di fatto chiuso la festa salesiana.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SAN MARTINO. Carabinieri in Comune per allontanare la consigliera Zilli

Carabinieri. Ambulanza. Mezzo paese affacciato all’uscio del Comune mentre dentro scoppiava una bagarre che così …

IVREA. Lettera aperta a Gillardi. C’era una volta lo “Speciale Mugnaia”

Egregio presidente dello storico carnevale di Ivrea Piero Gillardi e pc Sindaco di Ivrea Sentinella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *