Home / BLOG / Valorizziamo le nostre Comunità!

Valorizziamo le nostre Comunità!

Valorizziamo le nostre Comunità!
Il Canavese è formato da una miriade di piccoli e medi Comuni, custodi di bellezza, storia e identità, dove esistono anche spazi di possibilità e di grandi opportunità! L’economia locale è il nostro destino. Può sembrare una frase ad effetto, ma se ci pensiamo bene, questa frase, anche senza volerlo, ci accompagna per la vita intera, talvolta offrendoci delle opportunità che, per ragioni spesso inspiegabili, non sempre riusciamo o facciamo fatica a cogliere. Una di queste opportunità consiste nel costruire o almeno contribuire a valorizzare il proprio territorio, alla continua ricerca del bello e dell’estetica migliorandone il contesto attraverso la cura di ogni dettaglio. Deve essere questa una missione per ognuno di noi, lo dobbiamo fare guardando al futuro, per noi stessi e per le future generazioni. Oggi è il momento di sostenere i nostri commercianti, i nostri bar, i nostri ristoranti, artigiani, di fare shopping nelle nostre vie e nelle nostre piazze per aiutare in ogni modo il tessuto economico locale a rialzarsi dopo questa durissima prova generata dall’ epidemia da Coronavirus. Ricordiamoci che dietro le vetrine c’è la storia antica del lavoro, c’è passione, c’è competenza, ci sono le nostre famiglie, in ogni nostro paese Canavesano. Invito tutti a fare Comunità, diamo una mano a quanti hanno ripreso con fatica, AiutiAMOci e facciAMOcomunità! Acquistare nelle nostre Comunità, nei nostri negozi, vuole dire usufruire dei servizi del nostro territorio scegliendo qualità ed efficienza, e reimmettere liquidità nel moto dell’ingranaggio socio-economico locale, sulle cui professioni e passioni si basano la vita, le aspettative e la felicità di numerose famiglie e che mantengono vive le nostre Comunità. Certo non basta ci vorrebbe che venisse bloccata l’IMU al locatore dell’immobile commerciale per quei mesi che l’attività è rimasta ferma, dando la possibilità di congelare il relativo affitto al conduttore, e non fare pagare la tassa rifiuti per lo stesso periodo perché non se ne sono prodotti. Dare dignità a chi riceve sussidi di reddito in questa crisi coinvolgendolo in lavori utili per la propria Comunità, che le renderebbero più pulite e curate. Certo non è facile fare quadrare i conti, ma se vogliamo ripartire dobbiamo farlo noi tutti dalle nostre Comunità e dobbiamo sempre essere al fianco delle attività produttive del nostro territorio. Sono convinto che la capacità dei commercianti, coniugata dalla forte voglia di riscatto, può vincere anche questa battaglia solo se sul fronte ci siamo anche noi consumatori! Vi invito tutti ad invertire la tendenza, spendiamo i nostri soldi nelle attività locali e siamo uniti ai commercianti ed artigiani! Uniti riusciremo a superare questo particolare momento, coraggio! L’unione fa la forza… sosteniamo insieme l’economia locale! Personalmente io compro a Favria!
Favria, 6.06.2020 Giorgio Cortese

Ogni giorno mi sforzo di scomporre le mie convinzioni con l’analisi e poi di ricomporle con la sintesi del buonsenso

Commenti

Blogger: Giorgio Cortese

Giorgio Cortese
Vivere con ottimismo

Leggi anche

Quando è nato il Welfare.

Quando è nato il Welfare. Oggi con riscaldamento globale e la pandemia abbia imparato che …

SALUGGIA. Neanche il lockdown ha fermato Dj Symoz e la sua musica

Simone Yuri Moz aka (in arte, ndr) Dj Symoz è inarrestabile, neanche il Coronavirus e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *