Home / Torino e Provincia / Grosso / VALLI DI LANZO. “The Gamblers”, che spettacolo!
The Gamblers

VALLI DI LANZO. “The Gamblers”, che spettacolo!

Con un video che ha superato le 4800 visualizzazioni su YouTube, un cd di originali appena nato e molti progetti in cantiere, i “The Gamblers” hanno dimostrato di essere un gruppo poliedrico, il cui repertorio, variopinto e non scontato, non si limita a classiche cover rock ma propone sonorità irlandesi,country e celtiche, senza dimenticare il fondamentale e basilare apporto del jazz.

Attualmente il gruppo è composto dal nolese Giulio Umoret, voce e chitarra acustica, da Mattia Rocchietti, flauto irlandese, clarinetto, sax, organetto, tastiera e cornamusa, di Viù, da Marco Berto, batteria, di Villanova. Gli ultimi arrivati sono Riccardo Dugaro, basso, di Monasterolo, e Denis Chiatellino, chitarra elettrica e ukulele, di Grosso.

Come si è formato il gruppo?

I “The Gamblers” nascono nel 2010 con l’obiettivo di formare un gruppo che proponesse cover country e folk di classiche ballate americane: con il tempo poi sono aggiunti brani originali. La formazione originaria era composta da Mattia Rocchietti, Giulio Umoret e Marco Berto a cui si sono aggiunti successivamente Gabriele Onida, chitarrista, e Giorgia Gugliermetti, voce, mentre Riccardo  Dugaro, bassista, è arrivato nel 2015. L’ultimo acquisto è stato Denis Chiatellino.

Avete incontrato difficoltà durante il percorso?

Sicuramente la registrazione del nostro album “Wandering” è costata molta fatica, dal momento che dovevamo unire molti strumenti per dare vita al mix perfetto, ma il risultato finale ha superato di molto le nostre aspettative. Una delle sfide più grandi che abbiamo dovuto affrontare e continuiamo ad affrontare è quella di miscelare insieme numerosi generi musicali per creare il sound che ci contraddistingue, ovvero una sonorità country folk colorata da reminiscenze jazz. Il dover affrontare continuamente sfide è però ciò che ci permette di avere la spinta a fare meglio proponendo idee sempre originali.

Quali sono stati i vostri successi?

Il successo dei “The Gamblers” inizia nel maggio del 2016 con la vittoria della 19° edizione del concorso “Senza Etichetta” di Ciriè, presieduto dal maestro Mogol, grazie al brano originale “The piper”. Dopo Senza Etichetta, abbiamo poi continuato a scrivere brani nostri, registrandoli nello studio “Pan Music Production”, riuscendo a pubblicare il nostro primo EP, “Wandering”. Siamo molto orgogliosi dell’album, perché riteniamo rappresenti molto bene chi siamo e cosa vogliamo trasmettere. “Wandering” attualmente  ha superato il traguardo di 200 copie vendute: che dire, un bel risultato.

Il tema generale del cd è il viaggio: perché?

Il tema del viaggio è il filo conduttore che lega i brani del nostro album, in cui si parla di viaggi diversi, che però hanno un elemento comune, ovvero quello di guidare ad una maggiore consapevolezza di sé. Ciò emerge particolarmente in “The Gamblers”, che è il singolo da cui siamo partiti per dare vita all’album: il protagonista è infatti un saggio che, nonostante le difficoltà della vita, non si lascia abbattere e continua a viaggiare alla ricerca della consapevolezza di se stesso. In “Stop” il viaggio emerge come esperienza di vita con una compagna di amici: il messaggio è quello per cui è importante prendersi una pausa dagli impegni per dedicarsi a chi si ama. In “The Piper” il viaggio è rappresentato dal percorso spirituale di un uomo che deve affrontare la guerra. Infine, “Red Traffic Lights” rimanda al desiderio di ognuno di dimenticarsi per un attimo dei propri impegni per cogliere le occasioni uniche che la vita ci propone.

Parlateci dei vostri progetti futuri…

Innanzitutto, a gennaio saremo impegnati a Torino con i concorsi “Torino sotterranea” e “Emergenza festival”, mentre a febbraio vorremmo tornare in studio per incidere nuovi brani. Siamo molto fiduciosi e contiamo in futuro di produrre altri video di originali e cover homemade. Qualcosa bolle già in pentola, ma per il momento non possiamo ancora svelarvi nulla.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CIRIE’. Scoperto dai carabinieri un laboratorio clandestino: all’interno pessime condizioni igieniche e ‘lavoro nero’

Un laboratorio clandestino cinese adibito anche a dormitorio. È quanto ha scoperto i carabinieri In …

Incidente stradale

BRANDIZZO. Muore in un incidente in moto in Alta Provenza

Un 36enne di Brandizzo è morto in un incidente in una strada in Alta Provenza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *