Home / Dai Comuni / VALCHIUSELLA. Supercomune: ora il referendum

VALCHIUSELLA. Supercomune: ora il referendum

Alice Superiore, Lugnacco e Pecco saranno un unico comune. Lo hanno deciso i consigli comunali delle tre località.

L’ultimo ad approvarlo è stato proprio il Comune di Lugnacco nel corso dell’ultimo consiglio comunale al termine del quale si sono raggiunti i due terzi dei voti.

Il prossimo passo sarà l’approvazione da parte della Regione Piemonte e poi sarà avviato il referendum tra i cittadini dei tre Comuni. L’iter burocratico dovrebbe essere concluso entro la fine del 2018. Solo allora si potrà parlare di un unico Comune da mille e 285 abitanti: i 714 di Alice, i 223 di Pecco e, appunto, i 378 di Lugnacco. Se i cittadini voteranno sì al referendum sarebbe il primo caso nella Provincia di Torino.

E’ entusiasta il primo cittadino di Lugnacco, Giacomo Marchetti:  Un percorso inevitabile. Solo in questo modo riusciremo ad ottenere maggiori finanziamenti”.

Amministratori dei tre comuni che hanno le idee ben chiare sul futuro. I tre Comuni saranno equamente rappresentati all’interno dell’amministrazione unica. Al sindaco saranno affiancati due assessori scelti tra gli altri due comuni. Anche la lista sarà una sola e allargata con esponenti delle tre località. Cinque anni dopo il candidato a sindaco sarà magari uno dei due assessori.

Chi sembra invece storcere il naso sono i Damanhur. A Lugnacco si sono astenuti i componenti espressione della lista “Con Te per il paese”: il capogruppo Valter Marenco, Simonetta Pozzato e Roberto Secchi.

Per Gorilla Eucalipto al secolo Valter Marenco, che da trent’anni vive a Damanhur, il progetto non è così ben visto: “L’unico vantaggio, a mio avviso, resta l’aspetto economico in quanto la fusione aiuterebbe ad ottenere maggiori finanziamenti statali. Su questo punto nulla da eccepire.

Noi Damanhur non troviamo corretto ridurre i Comuni. Così facendo andrebbero perse le tradizioni locali. E poi ho la sensazione che Alice Superiore, essendo il Comune più popoloso, faccia la parte del leone. Non sono nemmeno così convinto che si possa andare tutti d’amore e d’accordo.

Prova ne sono le continue rivalità tra amministratori. Forse ci si dimentica i continui litigi tra sindaci all’interno dell’Unione della Valchiusella, dove per altro Lugnacco ne fa ancora parte”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

VENARIA. Dobbiamo limitare i contagi e proteggere le fasce più deboli

Turismo, commercio, sociale, manutenzioni, macchina amministrativa e, soprattutto, gestione della pandemia. Sono questi i principali …

VENARIA. Tamponi e test per tutti gli studenti e i prof della città

Tamponi e test per tutti gli studenti e i docenti di Venaria. Di ogni ordine …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *