Home / BLOG / VALCHIUSA. Fusione: dal 1° gennaio sono nate Valchiusa e Val di Chy
Il comune di Vico

VALCHIUSA. Fusione: dal 1° gennaio sono nate Valchiusa e Val di Chy

Dal 1 gennaio 2019 hanno preso definitivamente vita i nuovi comuni di Valchiusa e Val di Chy, rispettivamente dalla fusione degli ex comuni di Meugliano, Trausella e Vico Canavese il primo e da Alice superiore, Lugnacco e Pecco, il secondo, in seguito alla legge regionale n.23 del 21 dicembre 2018. Il viceprefetto aggiunto Diego dalla Verde è stato nominato commissario per la gestione provvisoria del nuovo Comune di Valchiusa dal 1 gennaio 2019 fino all’insediamento degli ordinari organi comunali che saranno eletti durante le votazioni cittadine, a maggio 2019. Val di Chy avrà come commissario temporaneo,  Laura Ferrari. Dalla Verde ha preso servizio il 7 gennaio alle 9.30 durante il primo incontro ufficiale dell’amministrazione provvisoria del comune di Valchiusa, nell’ex sede comunale di Vico Canavese in Largo Gillio, 1, affiancato dal funzionario economico-finanziario, Francesca Stallonte, nominata sub-commissario, con funzioni vicarie. Dalla Verde classe ‘72 si è mostrato convinto nel portare a termine il suo compito contando sul supporto dagli ex sindaci Alberto Nicolino di Vico Canavese, Carlo David di Meugliano e Mario Marubini di Trausella. Il consiglio si è riunito discutendo i principali cambiamenti da apportare per la corretta funzionalità del comune e dell’amministrazione fino alle votazioni di primavera. Gli ex sindaci formeranno un comitato consultivo come dipendenti del nuovo comune non con una carica specifica ma fornendo le loro opinioni sugli aspetti che interesseranno la nuova municipalità. A  tal proposito, Alberto Nicolino afferma: “Il segretario di Vico Canavese, Corrado Cellocco manterrà la sua funzione restando a disposizione del commissario. Il consiglio sta lavorando per ripensare le cariche amministrative e le funzioni conseguenti nonchè elargire i programmi per la corretta funzionalità del nuovo comune. A noi sindaci è stata data l’opportunità di essere consulenti affinché i commissari portino avanti le intenzioni discusse nel 2018 tra cui il bilancio da approvare. È un momento di passaggio che consegnerà ai nuovi organigrammi un comune avviato, mantenendo laddove è possibile i propositi del vecchio anno o apportandovi ulteriori modifiche ” Il nuovo registro dell’anagrafe è stata una delle prime questioni discusse: “Le imprese dovranno portare fin da subito variazioni nelle loro ragioni sociali a causa della fatturazione elettronica ma il cambiamento non sarà drastico. I cittadini dovranno modificare indirizzo di residenza e carta d’identità, gradualmente. Aspettiamo maggiori informazioni dalla Regione in merito. Intanto, la funzione dell’anagrafe è ancora garantita dall’ex ufficio demografico di Vico Canavese il cui responsabile referente è Paola Alessandria”conclude Nicolino.

Commenti

Blogger: Veronica Rossetti

Veronica Rossetti

Leggi anche

CHIVASSO. Massimiliano Modena e le sue foto che “parlano”

“La fotografia è il grande amore della mia vita. Sono specializzato, in particolare, in reportage …

Temistocle!

Temistocle! Una mattina presto di questa calda estate, mi sono seduto in una panchina del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *