Home / Dai Comuni / TRASPORTI. Frediani: “Su Canavesana e To-Ceres ancora troppe incertezze”
Frediani presenta in Regione un'interrogazione sulla questione relativa al materiale di scavo del tunnel del Tav
Francesca Frediani

TRASPORTI. Frediani: “Su Canavesana e To-Ceres ancora troppe incertezze”

Ancora grande incertezza sul futuro della linea ferroviaria Canavesana e sulla Torino – Ceres, sia per i pendolari e sia per i lavoratori che dovrebbero passare da GTT a Trenitalia. Non ci sono ancora date certe per la data di contrattualizzazione e nemmeno sul servizio che sarà erogato con il cambio di operatore. A preoccupare, in particolare, è il destino dei lavoratori delle officine GTT di Rivarolo Canavese.  E’ necessario salvaguardare il patrimonio umano, professionale e di competenze maturato in questi anni.

Questi lavoratori svolgono un ruolo importante per il servizio ferroviario del Canavese occidentale, una realtà che non deve chiudere e nemmeno essere spostata dalla sua sede naturale.  Pensiamo che la Regione Piemonte debba tenere alta l’attenzione su tutti i fronti convocando un tavolo permanente con tutti gli attori: Gtt, Trenitalia ed Agenzia regionale della Mobilità. Gli obiettivi sono molteplici: garantire e potenziare il servizio su entrambi i rami ferroviari, conservare tutti i posti di lavoro (comprese le officine di Rivarolo) e monitorare l’avanzamento dei lavori del tunnel di Corso Grosseto affinché non si verifichino ulteriori ritardi.  In ballo c’è il futuro di due linee cruciali per il nostro territorio e il destino di molte famiglie, la Regione deve fare la propria parte.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

camoletto bigliotto volpiano

VOLPIANO. Bigliotto e Camoletto scatenate in consiglio sul decoro urbano

La scarsa cura del  decoro urbano a Volpiano? È «l’ennesima conferma dell’incapacità amministrativa» che Monica …

ospedale lanzo coronavirus

LANZO. Scintille tra Pd nazionale e Lega regionale sull’ospedale

Si torna a dare battaglia sull’ospedale di Lanzo. Questa volta le armi non sono imbracciate …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *