Home / In provincia di Torino / TORRE PELLICE. Religioni: al via domani Sinodo Chiese metodiste e valdesi

TORRE PELLICE. Religioni: al via domani Sinodo Chiese metodiste e valdesi

Si apre domani a Torre Pellice (Torino), il Sinodo delle chiese metodiste e valdesi. 180 deputati – pastori e laici in numero uguale – convergeranno da tutta Italia nella “capitale delle Valli valdesi” per decidere della vita della chiesa. Il Sinodo si aprirà alle 15.30 con un culto nel tempio di via Beckwith. La predicazione è stata affidata a Erica Sfredda, predicatrice locale, che aprirà il tradizionale corteo lungo la via Beckwith fin dentro il tempio. La colletta raccolta durante il culto sarà devoluta al Centro ecumenico di ascolto di Pinerolo, che si occupa di accompagnare famiglie del territorio che vivono un disagio economico e sociale. Dall’Italia per la Conferenza Episcopale Italiana (Cei) sarà presente monsignor Ambrogio Spreafico, presidente della Commissione per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso. La consueta serata pubblica del lunedì, in agenda il 26 agosto presso il tempio di Torre Pellice, avrà come tema “Diritto, diritti, verità, democrazia” con gli interventi di: Marco Tarquinio, direttore di Avvenire, Maria Grazia Mazzola, giornalista, Marco Bouchard, magistrato; modera e introduce la serata Ilaria Valenzi, avvocata e responsabile legale della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei). Attesi al Sinodo numerosi ospiti che come ogni anno giungono da diversi continenti. L’Assemblea sinodale, massimo organo decisionale dell’Unione delle chiese metodiste e valdesi, si chiuderà venerdì 30 con l’elezione delle cariche esecutive ed amministrative. Con questo Sinodo si chiude il mandato del pastore Eugenio Bernardini e sarà eletto il nuovo moderatore.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SAN BENIGNO. “Lascio L’Eredità per tornare a scuola, i ragazzi mi aspettano”

Ha emozionato tutta Italia Niccolò Pagani, professore della scuola media salesiana di San Benigno Canavese, …

RIVAROSSA. “Mi dimetto, sono stanco di fare il Don Chisciotte”

Sarebbe bastato posticipare i consigli comunali e dell’Unione Collinare di un’ora, un’ora e mezza. E …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *