Home / Dai Comuni / TORRAZZA. Margherita Rosso: “Sono una donnetta, una nonnetta, giro su un Pandino… e non ho diffamato nessuno!”
Margherita Rosso

TORRAZZA. Margherita Rosso: “Sono una donnetta, una nonnetta, giro su un Pandino… e non ho diffamato nessuno!”

Qualche giorno fa Margherita Rosso, la pasionaria dei Pogliani, da sempre in prima fila sulla questione ambientale e la difesa del territorio, ha ricevuto la notifica della querela che il sindaco di Torrazza, Massimo Rozzino, ha presentato nei confronti di un gruppo di ambientalisti contrari all’arrivo dello “Smarino” della Val di Susa.
La notizia della querela, pubblicata ieri sul nostro sito internet a firma di Piero Meaglia, ha spinto Margherita Rosso ad una profonda riflessione sui fatti.

Riportiamo di seguito, integralmente, il suo pensiero.

Ormai la frittata è fatta!

Sono stata querelata per diffamazione mediante utilizzo social, procurato allarme e abuso della credulità popolare….
Dalla persona fisica, credo, Massimo Rozzino…
Si sa, che per far le frittate, bisogna andar nel pollaio o supermercato, prender le uova, sbattere con altri ingredienti(sono una cuoca) e voilà, il secondo è servito…
Sono lusingata dalla importanza che mi è stata data, non credevo di meritare tanto, anche perché riuscire ad abusare della credulità popolare deve essere una bella mossa, messa in atto dai migliori politici che ci son sulla piazza… Io son una semplice donnetta, nonnetta, che viaggia su un Pandino vecchio come me e lavora tutto il giorno, non son ricca né famosa, un po’ anzianotta e mai avrei pensato di suscitare simile interesse…
Tant’è…. Mi piace scrivere, questo si, mi piace interessarmi della terra dove vivo e imparo ogni giorno di più che la salute non si baratta con il denaro, magari, pagando fior di quattrini riesci a star un po’ più a lungo in vita, ma alla fine….
Ho condiviso i tuoi articoli, Piero caro, e lo rifarei, perché provo profonda stima per la dedizione che metti nello scrivere, perché ti documenti e studi le carte, perché sei una persona onestà.
Non ho diffamato nessuno, mai scrivo in toni offensivi, forse faccio un po’ di ironia e sarcasmo, ma il rispetto anche per chi non la pensa come me, quello sempre, assolutamente.
Sono andata a torrazza, dal parroco, a chiedere se potevamo avere il salone parrocchiale, per una serata informativa sullo smarino in arrivo in paese, a nome delle associazioni ambientaliste, dopo che ci è stata rifiutata qualsiasi altra sede, avevamo anche pattuito il prezzo, 80 euro, prima concesso e poi non concesso per “non esser messo in croce”. Parole del don…..
Mi pare che la croce sia una cosa successa ad altri, se così è stato, e una espressione greve e fin troppo abusata, per chi crede.
Procurato allarme?
Non ho mai scritto che a Torrazza c’è in corso un attentato, o cos’altro, semplicemente si cerca, sempre, di tutelare il territorio….
Ho condiviso su fb, un volantino, che non ha subito alcuna censura, era corretto in forma grammaticale, non insultava nessuno, poneva domande che ancora aspettano risposte…
Ringrazio tutte le persone che mi vogliono bene e mi conoscono e mi scrivono, telefonano stupiti e indignati…
Io non sono preoccupata affatto, rammaricata questo si, mi aspetterei altri atteggiamenti da chi è al comando delle nostre città, io non credo nemmeno che Rozzino sia contento di averci querelato, credo che sia stato un suo momento di rabbia e sconforto…
Confido infine che abbia in cuore dei buoni propositi, come parlare alla sua città, e spiegare quanto la ama e quanto difende il suo territorio…
Io continuo il mio percorso, orgogliosa di essere un po’ rompiscatole, cercando di imparare sempre di più come vivere nel rispetto verso questa terra che mi ospita, fino a quando potrò farlo.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CRESCENTINO. “Settembre Praiettese”: due weekend di sagre e musica

Il Gruppo Culturale Rione Praiet sta organizzando la 41a edizione del Settembre Praiettese: due weekend …

SETTIMO. Il terrazzo “verde” di Archimede torna a vivere

Sul terrazzo della Biblioteca Civica di Settimo ripartono le coltivazioni. Il 4 luglio è ripresa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *